Cairo: «Serie A non divertente, la Juve paga 350 milioni di stipendi»

cairo
© foto www.imagephotoagency.it

Cairo: «Serie A non divertente, la Juve paga 350 milioni di stipendi». Le parole del presidente del Torino sui bianconeri

Urbano Cairo, presidente del Torino, ha parlato a margine del Marca Sport Weekend di Marbella.

SERIE A – «In Italia abbiamo una situazione in cui un club, la Juve, guadagna molto di più degli altri. Il secondo club in classifica guadagna circa la metà dei bianconeri. Questo dà ai bianconero un vantaggio economico molto importante che si riflette sul campionato: stanno vincendo il campionato da 8 anni. Sarebbe meglio un campionato come quello inglese, con più competitività. Quest’anno c’è l’Inter che può creare qualche incertezza in più, ma negli ultimi anni il campionato italiano non è stato divertente. I cambiamenti sono necessari perché, alla fine, tutto dipende dal reddito. Esiste una relazione diretta tra i campionati vinti e gli stipendi. La Juventus spende 86 milioni di euro di stipendi ogni trimestre. Sono 350 all’anno, non esiste. Il Torino arriva a 50 in tutto l’anno, ed è già una cifra record; eppure non è nulla in confronto alla Juv

SUPERLEGA – «Sono contrario all’idea di una Superlega: i campionati nazionali vanno difesi perché ciò che la gente vuole è passione, rivalità, tradizione e derby. Basti pensare che la finale di Coppa Italia lo scorso anno ha avuto la stessa audience di quella di Champions League, per quanto le squadre coinvolte fossero meno importanti. E, quindi, l’interesse esiste e deve essere difeso. Sarebbe ingiusto chiudere una lega nazionale, la gente non lo capirebbe».