Calcagno (AIC): «La soluzione ‘bolla’ non è attuabile nel nostro sistema»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Umberto Calcagno dell’Associazione Italiana Calciatori. Le sue parole sulla Serie A e la bolla

La bolla stile NBA per proseguire e portare a termine la Serie A? Calcagno dell’AIC ha parlato di questo e molto altro a Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue parole.

PAURA – «Come in ogni ambito lavorativo, c’è chi ha più paura e chi meno, anche tra i calciatori è così. La preoccupazione è su come si possa proseguire».

BILANCIO – «I club parlano di buchi al bilancio dovuti al Covid19? C’è già stata partecipazione dei calciatori in tal senso. Quando ci sono stati gli accordi tra le singole squadre, c’è stato buonsenso. Oggi il problema è capire come andare avanti».

PIANO B – «La soluzione “bolla” non è attuabile nel nostro sistema, anche a causa delle infrastrutture. Sul Piano B, saremo coinvolti in parte attiva nel discuterne sperando di non doverci arrivare. Allargare le liste? Può essere un segnale. Avere più calciatori a disposizione può agevolare l’eccezionalità per il bene di tutti».

LEGGI ANCHE: Spadafora: «Bolla? Va rispettata. Concludere la A? Non ci sono certezze»

Condividi