Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Calciomercato Juve: tre domande a… Carlo Laudisa

Pubblicato

su

Calciomercato Juve: tre domande a… Carlo Laudisa. Il giornalista de La Gazzetta dello Sport sui movimenti in casa bianconera

Terzo episodio del nuovo format di JuventusNews24.com (tutti i venerdì alle 14.00) dedicato al calciomercato Juve: tre domande sul mercato bianconero a un giornalista di rilievo del panorama nazionale. Questa volta abbiamo scelto Carlo Laudisa, esperto di mercato de La Gazzetta dello Sport.

1. Quanto è concreta la tentazione PSG per Cristiano Ronaldo?

«L’elemento di concretezza è legato al futuro di Mbappé. Non sta rinnovando con il PSG perché vuole il Real, ma il PSG non vuole cederlo. A Parigi si sono tutelati avviando alcuni contatti con Cristiano e con Mendes. Ma chiaramente è una situazione in divenire in cui devono incastrarsi alcune cose».

2. La Juventus rischia di perdere Paulo Dybala a zero tra un anno?
«È prematuro fare previsioni. Entrambe le parti mostrano buona volontà, il ritorno di Allegri facilita il recupero tecnico e del rapporto. Prima servono le garanzie tecniche, poi ne parleranno subito: l’offerta della Juve resta di 10 milioni. L’inizio stagione comunque sarà decisivo, anche se il rinnovo potrebbe poi materializzarsi più avanti».

3. Ci sarà spazio per un colpo a sorpresa nel calciomercato Juventus?
«Il progetto tecnico è quello che porterà un centrocampista a Torino: stanno trattando Locatelli, poi c’è stato un contatto col Barcellona per lo scambio di prestiti tra Pjanic e Arthur, ribaltando l’operazione dell’anno scorso. Il Barça non è parso interessato, però la Juve può prendere Pjanic solo in caso di cessione di Arthur. Detto che la Juve quest’anno punterà su Fagioli, che piace ad Allegri e fa parte del progetto giovani. Poi c’è il tema dell’attaccante che può arrivare anche con Ronaldo. Se lui dovesse andare al PSG sarebbe naturale lo scambio con Icardi. Se dovesse rimanere non tramonta l’opzione di Gabriel Jesus visto che il City è forte su Kane».

Si ringrazia Carlo Laudisa per la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista