Calciomercato, l’autostrada Atalanta-Juve torna ad affollarsi

mattiello
© foto www.imagephotoagency.it

L’Atalanta avrebbe intenzione di bloccare per giugno Mattiello, in forza alla Spal ma di proprietà della Juve

Mancano cinque giorni alla sfida valida per le semifinali d’andata di Coppa Italia, ma l’asse Atalanta-Juventus sta iniziando a farsi già bollente in queste ore. La Dea, infatti, sembrerebbe interessata di piazzare un colpo importante in vista di giugno: si tratta del giovane classe ’95 Federico Mattiello, giocatore che, dopo una serie di sfortunati infortuni, sta ritrovando continuità di prestazioni e di rendimento con la maglia della Spal in questa stagione. L’esterno originario di Lucca, tuttavia, è ancora di proprietà della Juventus: la società bergamasca, invece, sta impostando un’operazione per acquistarlo a titolo definitivo a partire dall’estate prossima, dando presumibilmente via libera, in tal modo, alla cessione di un big.

Juve, all-in su Cristante per la prossima stagione?

La Juve, in effetti, non ha mai nascosto in questi mesi il suo apprezzamento per diversi pezzi pregiati della Dea, in particolare uno: Bryan Cristante. Giunto a Bergamo dopo alcune stagioni nell’anonimato, il numero 4 nerazzurro è stato rigenerato dalla cura Gasperini ed in questa annata sta mostrando tutte le sue qualità anche in termini realizzativi: i bergamaschi, di conseguenza, eserciteranno senz’altro l’opzione di riscatto con il Benfica in estate dando 4 milioni alla società portoghese, ma sembrerebbero non voler scendere sotto i 30 milioni di euro per privarsene definitivamente a giugno.

Atalanta-Juve, una sinergia di mercato ormai consolidata

Come ben sappiamo, gli affari Mattiello e Cristante non sarebbero i primi a caratterizzare l’asse di calciomercato Bergamo-Torino. Oltre ad Orsolini, di proprietà bianconera ma in forza alla Dea con un contratto biennale, la Juventus si è già assicurata le prestazioni di due giovani atalantini molto promettenti, ovvero Mattia Caldara e Leonardo Spinazzola. Sia il difensore classe ’94 che l’esterno classe ’93, infatti, sono già di proprietà juventina, ma la società ha preferito concedergli un’altra stagione di crescita a Bergamo, al fine di averli definitivamente pronti per vestire la maglia della Signora a partire dalla stagione 2018-2019.