NOIF, grandi novità: inserita la norma sul diritto di recompra

© foto © juventusnews24.com

C’è una novità importante nelle NOIF: è stato introdotto il diritto di recompra. Ecco come funziona: le ultimissime notizie

Il diritto di recompra fa parte ormai del calciomercato moderno ed entra a far parte delle NOIF, ovvero le Norme organizzative interne della FIGC. Nel mese di giugno, il Commissario Straordinario della FIGC, ha ufficializzato le modifiche apportate alle NOIF. Nell’ordinamento calcistico italiano è stato inserito il diritto di opzione, o meglio, il diritto di recompra. Diverse le norme modificate. Ora può essere inserito il diritto di opzione a patto che sia indicato l’importo dovuto; a patto che i valori degli eventuali bonus, ci sia l’accettazione scritta del calciatore di ogni conseguenza dell’esercizio o meno del diritto di opzione; a patto che la società cedente stipuli un contratto di almeno 2 stagioni, conteggiata a partire dalla stagione sportiva successiva a quella nel corso della quale è avvenuta la cessione definitiva; e a patto che la società cessionaria stipuli un accordo dalla durata, minimo, di 3 stagioni.

Il diritto di recompra nelle NOIF: come funziona

L’opzione o la recompra potrà essere effettuata alla prima occasione utile nella stagione successiva all’accordo e per la società cessionaria sarà possibile cedere, in prestito o a titolo definitivo, il giocatore ad un’altra società, ma sempre e solo con il consenso del calciatore e della società titolare del diritto di opzione. In caso di cessione a una terza società, la recompra della società originariamente cedente decade. Nell’intesa tra i due club potrà essere definita un corrispettivo alla società  titolare del diritto di opzione in caso di tale decadenza. Possono essere sottoscritti accordi di cessione definitiva di contratto e al loro interno possono inserite delle clausole con premi e/o indennizzi per le società contraenti con i criteri stabiliti annualmente dal Consiglio Federale o dalla Lega competente, partendo però dalla stagione successiva a quella in cui si verificano le condizioni previste.

Articolo precedente
Formazioni titolari Mondiali 2018: ecco come scenderanno in campo
Prossimo articolo
bertoliniMondiali Francia 2019: Nazionale Italia Femminile nella storia!