Cannavaro confessa il retroscena: «Raccolta fondi? Del Piero ha trovato una soluzione…»

cannavaro
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Cannavaro, ex difensore della Juve, ha svelato un retroscena legato alla raccolta fondi dei Campioni dell’Italia del 2006

Intervistato da Calcio e Finanza, Fabio Cannavaro ha parlato della raccolta fondi lanciata dai giocatori della Nazionale del 2006 a sostegno della Croce Rossa. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

INIZIATIVA – «L’idea è nata nei giorni scorsi quando Sky, per lanciare un messaggio di unità e solidarietà agli italiani, ha deciso di mandare in onda le partite della Nazionale del 2006. Ci siamo sentiti sulla nostra chat di Whatsapp e abbiamo deciso di dare il nostro contributo ad una battaglia, quella contro il Coronavirus, che può e deve essere vinta con il supporto di tutti, oltre che con comportamenti responsabili come lo stare a casa per evitare la diffusione del virus».

ATTUARE L’IDEA – «Massimo Oddo ed io avevamo iniziato a parlarne fin da subito. Poi Alex Del Piero ha trovato la soluzione sul come farlo, individuando nella piattaforma Gofundme lo strumento più adatto. Lo abbiamo proposto agli altri ragazzi e tutti si sono detti d’accordo nel destinare i fondi raccolti alla Croce Rossa Italiana per potenziare tutte le strutture regionali kit, mezzi e materiale necessario per fronteggiare l’emergenza Coronavirus».

ADESIONI – «Finora abbiamo avuto molte adesioni nel mondo del calcio e da tanti amici che ci sono stati vicini in questi anni come mio fratello Paolo, Vincenzo Montella, Giorgio Chiellini, Mimmo Criscito. La lista sarebbe lunghissima e mi scuso se non riesco a ringraziare tutti coloro che finora ci hanno dato fiducia contribuendo alla raccolta fondi. Ma anche in termini di visibilità sono stati in tanti, grazie anche ai social, a far conoscere questa nostra iniziativa anche all’estero. Penso a Kakà in Brasile, a Beckham in Inghilterra e a Verratti in Francia».