Capello: «Ecco perchè Ronaldo non ha tirato il primo rigore»

Iscriviti
capello
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Capello compie oggi 74 anni: l’ex allenatore della Juventus analizza la sconfitta in finale di Coppa Italia della Juventus

Fabio Capello, nel giorno del suo 74esimo compleanno, analizza la sconfitta in finale di Coppa Italia della Juve ai microfoni di Un giorno da pecora.

COPPA ITALIA – «Vedendola ho pensato quello che hanno pensato tutti, che nel secondo tempo la Juve è calata molto e ha avuto difficoltà come contro il Milan. C’è stata la riprova anche stavolta. Dipende dall’allenatore, ma lamentarsi di avere pochi cambi alla Juve mi sembra strano. Non è importante quanto sia lunga la panchina, ma la qualità».

RIGORE RONALDO – «Di solito io quello più bravo lo facevo calciare per quarto. Il primo va sempre chi è convinto e ha più sicurezza. Mi è capitato tante volte, si andava ai rigori e uno veniva da me dicendomi ‘voglio tirare il primo’ e lasciavo andare lui».

SARRI – «Io penso di sì, è un allenatore preparato. La Juve non è una macchina facile da guidare, ci sono giocatori di grande personalità e devi dimostrarlo anche te, di credere nelle proprie idee per raggiungere l’obiettivo».

Condividi