Capello: «Juventus più forte anno dopo anno, avversari deboli»

Capello
© foto www.imagephotoagency.it

Capello: «Juventus più forte anno dopo anno, avversari deboli». Le parole dell’ex tecnico bianconero verso il Milan

Fabio Capello, doppio ex di Juve-Milan, ha parlato in avvicinamento al match di domani sera. Le sue parole a La Gazzetta dello Sport.

GAP – «La Juve si è rinforzata anno dopo anno, approfittando delle debolezze degli avversari. Con la crescita in Europa, la Juventus è diventata una destinazione gradita alle grandi star, vedi Ronaldo. Solo il Napoli ha cercato di contrapporsi, ma la differenza tecnica e di mezzi alla fine ha reso impossibile la sfida. Oggi c’è l’Inter, che ha la forza del gruppo Suning alle spalle e può permettersi di compiere investimenti importanti».

SARRI – «Ho apprezzato in questi mesi la sua gestione perché non ha voluto imporre un’idea di gioco a tutti i costi, ma ha cercato di trovare un compromesso tra la sua filosofia e le caratteristiche dei calciatori. Se Allegri avesse vinto a Mosca così, lo avrebbero criticato. Io invece dico “bravo Sarri”, perché riconosce l’importanza del risultato».

DE LIGT – «Bisogna dargli tempo, ma ha qualità notevoli. Forse nel suo primo campionato italiano avrebbe avuto bisogno di ritrovarsi Chiellini al suo fianco. Lo avrebbe aiutato».

PJANIC – «Non è mai stato in discussione. Ha qualità immense. Ora si dice che tocchi di più il pallone, ma per me quello che conta è sempre la verticalizzazione e lui ha sempre avuto questa dote. Lo stesso discorso riguarda Bonucci, un altro capace di scegliere la profondità. Servono tecnica e coraggio per farlo».

HIGUAIN – «Non sono sorpreso da Higuain perché lo conosco bene e sono contento per lui. Ha voluto dimostrare di essere ancora utile e importante per la Juventus. Ha visione di gioco e fa vincere le squadre. Nel mio Real Madrid fu importante ed era giovane. Ora ha maggiore esperienza ed è migliorato».