Caressa: «La maggioranza dei calciatori vuole giocare»

Iscriviti
caressa
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Caressa ha parlato della ripresa del campionato di Serie A e delle variabili che possono susseguirsi con il tempo

Fabio Caressa è intervenuto ai microfoni di Radio Deejay durante la trasmissione Deejay Football Club per parlare della ripresa della Serie A.

COPPA ITALIA E ORARI – «Si riparte dalla Coppa Italia, capisco che partire così con tre partite in una settimana può rappresentare delle difficoltà. Ma si è sempre giocato con il caldo nei Mondiali, a USA ’94 si giocò anche a mezzogiorno. Per i Mondiali e gli europei è stato inventato il cooling-break, si può riproporre in Serie A. I calciatori non si rendono conto di quello che dicono? Vallo a dire al mio panettiere che accende il forno alle 4 di mattina? Ma di cosa stiamo parlando».

INFORTUNI – «Fa caldo non è una discussione, si devono rendere conto della realtà che stiamo vivendo. La maggioranza dei giocatori gioca perché è formata da atleti bravissimi, questa polemica delle 17.00 è una cosa fuori dal mondo. Anche i giocatori non d’accordo devono fare qualcosa e dire la loro. Da una parte si è fatta retorica su chi ha perso la vita, e purtroppo è successo ma non ce lo dimentichiamo: tutti dicevano di avere rispetto, il rispetto per chi ha lo si fa anche cercando, nei limiti del possibile, di limitarci tutti un pochino».

Condividi