Cassano, ‘consiglio’ alla Juve? «È l’unico al mondo ad avere questo carisma»

Iscriviti
cassano
© foto www.imagephotoagency.it

Antonio Cassano, ex calciatore, ha parlato in diretta su Instagram. Le dichiarazioni dell’ex attaccante di Roma e Sampdoria

Intervenuto in diretta su Instagram con Pierluigi Pardo, Antonio Cassano ha raccontato alcuni aneddoti legati alla sua carriera. L’ex attaccante, tra le altre, ha parlato anche di Pep Guardiola. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

CAPELLO – «Con ‘Don Fabio’ feci una delle mie migliori preparazioni estive, persi dieci chili arrivando a pesare 82 chili. L’avventura con lui al Real Madrid cominciò nel migliore dei modi. Mi fece giocare titolare le prime due partite della stagione, poi mi mise in panchina alla terza per farmi riposare. Io però mi arrabbiai con lui… Devo chiedere scusa a Capello, a distanza di tempo devo fare mea culpa. Quante gliene ho fatte passare…».

VAN NISTELROOIJ – «Era uno degli attaccanti più forti del momento, ma al Real non giocava perché c’era il Ronaldo il “Fenomeno”. Lui era una roba fuori dal mondo».

GUARDIOLA –«Lui è un mio amico, siamo stati insieme a Roma. Un’estate ero a Monaco per un torneo. Mentre cenavo al terzo piano di un albergo mi sento chiamare più volte. Era Guardiola che voleva salutarmi e voleva che raccontassi agli altri il ‘casino’ che facevamo insieme a Roma la sera. Pep è stato un giocatore fantastico, e un allenatore grandioso. La sua grande forza è riuscire a convincere i top player della squadra a giocare nel suo modo. È l’unico al mondo ad avere questo carisma».

CORONAVIRUS – «Mi piange il cuore vedere l’Italia in queste condizioni. Vedo tanta gente in difficoltà economica. Lo Stato si deve dare da fare, perché tante persone sono rimaste senza lavoro: le chiacchiere sono tante, ora bisogna passare ai fatti».

Condividi