Cassano, il retroscena: «Conte quasi non lo voleva al primo anno di Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

Antonio Cassano, ex calciatore italiano, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport, parlando così di Conte, di Pirlo e di Juve e Inter

Intervista sulle colonne de La Gazzetta dello Sport per Antonio Cassano. Ecco cos’ha detto l’ex calciatore italiano, interrogato anche sulla Juve.

PIRLO «Diventerà un grande allenatore, ma è al suo primo anno. Conte è obbligato a fermare gli scudetti di fila della Juve».

SCUDETTO – «Inter e poi Juve. Ma occhio all’Atalanta: Ilicic è un giocatore favoloso, se torna in forma può accadere di tutto».

ERIKSEN – «C’è un problema tattico. A Conte quel tipo di giocatore non piace, ma Eriksen è un top player, un campione: in nazionale segna sempre, in Premier League era un fenomeno e immaginate se lo voleva il Real, ci sarà un motivo. Conte è un grande allenatore ma a lui piacciono quelli alla Vidal che danno intensità. Il primo anno alla Juve Antonio voleva partire col 4-2-4, poi è arrivato Pirlo e quasi non lo voleva… ma al tempo stesso è stata la sua fortuna. Io a Eriksen dietro le punte non rinuncio, mai».

LEGGI ANCHE: Chiesa titolare in Crotone-Juve? L’ultima idea di Pirlo per l’attacco

Condividi