Chiellini come Dante: «Alla Juve sono passato dall’inferno al paradiso»

chiellini
© foto www.imagephotoagency.it

Chiellini come Dante: «Alla Juve sono passato dall’inferno al paradiso». Il difensore racconta i suoi 15 anni bianconero

Intervistato dal Corriere dello Sport, Giorgio Chiellini ha così ripercorso i suoi 15 anni alla Juventus.

15 ANNI DI JUVE – «Quindici anni alla Juve sono tanti, ti entrano dentro, sicuramente mi considero fortunato per averli fatti, ma allo stesso tempo mi rendo conto che non è così semplice. La Juventus ti impegna, le pressioni sono continue, in questi quindici anni ho vissuto in paradiso, all’inferno, di nuovo in paradiso…. Inferno? Paradossalmente i due settimi posti. Più della serie B. All’epoca ero molto giovane, la mia situazione non era paragonabile a quella dei grandi campioni che avevo accanto. Gente che aveva appena vinto la coppa del mondo o giocato la finale e si ritrovava in B. Avevo ventidue anni appena, la B è stata un’occasione per confermarmi, consolidarmi nella squadra. I due settimi posti sono stati i più brutti perché, tornati in serie A, avevamo ottenuto un terzo, un secondo e c’era la sensazione di riuscire a competere per vincere. Due annate pessime dalle quali abbiamo dovuto sempre ripartire, da lì e nata un’avventura inimmaginabile».

Condividi