Commisso: «Io parlo con Agnelli, non con Nedved. Pjanic simula»

© foto www.imagephotoagency.it

Rocco Commisso rincara la dose dopo la partita contro la Juventus: ecco le parole del presidente della Fiorentina dopo la gara

Rocco Commisso rincara la dose di polemiche dopo la gara contro la Juve. Il presidente della Fiorentina ha usato parole forti anche nella trasmissione Rai, “90° minuto”.

COMMISSO«Mi sembra che la Juventus si sia lamentata più volte per gli arbitraggi, non è una cosa che non è mai successa. Nedved non parli con me, io parlo solo col suo presidente. Gli alibi? Non ho mai detto niente sugli arbitri in sette mesi! Devo difendere i fiorentini e la mia società».

FAVORI«Non ho bisogno dei favori di nessuno, ho fatto tutto da solo. Voglio essere trattato come tutti».

JUVENTUS«Lo stadio? Come ha fatto la Juventus lo dobbiamo fare tutti, senza l’aumento dei ricavi non si va da nessuna parte. Scudetto? Sarebbe meglio che la Juve vincesse la Champions e lasciasse qualcosa agli altri in Italia».

RIGORI«Pjanic-Cutrone e Igor-Ronaldo? Il primo è una simulazione, il secondo non è rigore».