Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Allegri post Juve Torino: le dichiarazioni

Pubblicato

su

Conferenza stampa Allegri post Juve Torino: le dichiarazioni del tecnico bianconero dopo la partita dell’Allianz Stadium

(inviato all’Allianz Stadium) – Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa dopo Juve Torino.

VLAHOVIC – «Ha fatto una buona prestazione, ha trovato un difensore come Bremer che gli ha dato filo da torcere. Viene da una serie di partite, con tanto spreco di energie: diamogli un periodo di adattamento, non è un marziano. Era abituato a giocare una partita a settimana. Sono contento di quello che ha fatto così come tutta la squadra».

RUGANI – «Abbiamo passato i primi 10′ in balia degli eventi perché eravamo molli. La squadra poi è entrata in partita, siamo passati in vantaggio, poi paradossalmente nel secondo tempo nel nostro momento migliore abbiamo preso gol. Il nostro percorso finirà il 21 maggio. Nell’arco di un campionato ci sta. Ci prepareremo al meglio per il Villarreal, a inizio stagione questa partita l’avremmo persa. Il Torino ha fatto una buona partita, ha corso molto, ma il calcio è questo».

INFORTUNATI – «Rugani ha sentito un fastidio al flessore a inizio partita. Dybala ha avuto indurimento dietro al flessore, Pellegrini ha preso una botta».

DYBALA COL VILLARREAL – «E’ presto per dirlo, vediamo».

CALCIO D’ANGOLO SUL GOL DI DE LIGT – «Lo abbiamo provato».

VERONA, ATALANTA E TORINO – «Sono squadre fisiche. Con il Verona abbiamo fatto meglio perché eravamo più brillanti, con l’Atalanta molto bene, stasera meno bene».

BONUCCI – «Sono tutti da valutare. In campo vanno quelli che stanno meglio. La stagione è ancora lunga e non mi va di rischiare i giocatori per mezz’ora che poi stanno fuori un mese».

ATTACCO – «Potevamo dare meno punti di riferimento. Quando hai un avversario che ti prende le misure, bisogna muoversi di più e non dare punti di riferimento e portare i loro difensori nelle zone meno forti».

VILLARREAL – «Ha un allenatore bravissimo, sveglio, poi ti concedono poco. Sono partite di Champions che vanno giocate con ordine, tecnica».

TRIDENTE – «Siamo stati meno brillanti del solito, ma merito anche dei difensori del Torino».

CREARE OCCASIONI – «Dipende anche dall’avversario. Oggi abbiamo fatto più fatica di Bergamo. Nel secondo tempo abbiamo sbagliato un po’ di più».

KEAN – «Sta bene, si allena, non è facile entrare a partita in corso. Quando gli ho invertito ruolo con Morata ha fatto un pochino meglio».