Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa D’Aversa post Juve Sampdoria: le parole dell’allenatore

Pubblicato

su

Conferenza stampa D’Aversa post Juve Sampdoria: le parole del tecnico dopo la sfida valida per la 6ª giornata di Serie A

(inviato all’Allianz Stadium) – Roberto D’Aversa ha parlato in conferenza stampa dopo la partita tra Juve e Sampdoria. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.


SODDISFATTO – «Ci sono stati degli aspetti positivi, ma soddisfazione dopo una sconfitta non ce ne deve essere. Se segniamo due gol e non portiamo punti, qualche errore significa che c’è stato. Nel primo tempo abbiamo concesso troppe ripartenze per errori semplici. Sotto quell’aspetto c’è da migliorare, così come sul senso del pericolo. Va poi a vanificare il risultato: le belle prestazioni non bastano».

DEPAOLI RISPETTO A DAMSGAARD – «Non è una bocciatura per Damsgaard, anche perché Mikkel ha sempre giocato e c’era rischio di infortuni. Ci siamo tenuti un giocatore che potesse entrare a partita in corso».

KULUSEVSKI – «Sto seguendo meno il suo percorso quest’anno. Con me a Parma era uno dei più importanti, ora alla Juve è uno dei tanti. Ha bisogno di fiducia, di giocare a tutto campo, di giocare liberamente. Mi auguro che possa giocare con più continuità e togliersi delle soddisfazioni personali».

ANALISI – «Ci deve servire d’esempio che la Juve, abituata a vincere, quando capisce il senso del pericolo non ha vergogna nel buttare la palla in tribuna. Nel primo tempo abbiamo concesso troppe ripartenze per imprecisioni: quando si recuperava palla troppo facilmente gliela riconsegnavamo. È dura portare a casa il risultato quando concedi così tanto. Il parziale dei primi 45′ poteva essere più ampio, per questo dico di ragionare di più sul senso del pericolo».