Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Landucci post Juve Sampdoria: le dichiarazioni

Pubblicato

su

Conferenza stampa Landucci post Juve Sampdoria: le dichiarazioni del vice allenatore bianconero dopo la partita dell’Allianz Stadium

Marco Landucci ha parlato in conferenza stampa dopo Juve Sampdoria.

 4 GOL – «Per un ex portiere non è male. Siamo contenti perché abbiamo fatto una bella partita. Abbiamo fatto la gara che volevamo fare, abbiamo fatto 4 gol, riuscendo a passare il turno. Ora prepareremo la partita col Milan domenica».

DYBALA – «Io Paulo lo trovo sereno, si allena bene, è stato decisivo in queste partite. Non solo lui, tutta la squadra ho visto bene. Tutti hanno fatto un’ottima partita».

COPPIA ARTHUR-LOCATELLI – «Parlo di stasera, Arthur ha fatto benissimo come Locatelli. Anche Rabiot ha fatto una partita molto buona, si è inserito è andato al tiro. Non trovo un giocatore che è andato sotto al proprio livello».

 SODDISFATTO DEI GIOVANI – «Da ex portiere ero abituato a chiacchierare e chiacchiero sempre. Aké è stato bravo, ha preso il rigore. Abbiamo Aké, Soulé, De Winter: l’Under 23 è importante per far crescere questi ragazzi, che ne hanno avuto il beneficio».

 DANILO – «Basta vedere il suo curriculum, è un grande giocare. E’ pesata molto la sua assenza, è stato fuori tanto. Abbiamo avuto tanti infortuni quest’anno: dedichiamo questa vittoria a Chiesa e speriamo torni presto con noi. Danilo ha uno spessore alto, siamo contenti del suo rientro. Da centrale ti gestisci meglio e lui l’ha fatto con voglia. È una persona positiva, porta sempre bene».

 KAIO JORGE – «È interessante, educato, lavora bene. Deve avere pazienza, ci parlo spesso. Deve continuare a lavorare e riceverà le soddisfazioni che merita. Deve continuare a insistere».

 CUADRADO – «Avevamo preparato la partita cercando di costruire a tre, alzando i due terzini che facessero i quinti. A seconda della situazione, posso mettermi da un’altra parte. Abbiamo fatto bene quando loro avevano la palla, cosa successa anche con l’Inter».

RIGORISTA – «All’inizio era Cuadrado. Poi è stato bravo Paulo a cederlo ad Alvaro che ha fatto gol. L’hanno deciso in campo, questo è un esempio di come la squadra lavora bene e si vuole bene».

 SI E’ SENTITO CON ALLEGRI – «Poi ti prendono in giro dopo le mie due partite… Quando vinci è più bello sereno: questo mestiere è più bello quando vinci. Mister Allegri era contento della prestazione della squadra».

KULUSEVSKI «E’ stato propositivo, ha pressato bene. Ha fatto una partita buona anche lui».