Conferenza stampa di Massimiliano Allegri post Juve Inter

© foto www.imagephotoagency.it

Mister Massimiliano Allegri ha parlato nel post partita di Juve Inter. Le parole dell’allenatore bianconero in conferenza stampa

La Juventus vince anche contro l’Inter e continua la sua corsa in classifica. Una partita difficile per i bianconeri, con la squadra di Spalletti che ha giocato un’ottima partita. Alla fine, però, il solito Mario Mandzukic ha risolto il match. Mister Massimiliano Allegri, come al solito, si è presentato in conferenza stampa nel post-partita per commentare con i giornalisti questo Derby d’Italia.


PARTITA – La sostituzione di Politano non è affare mio. Nel secondo tempo, con Mandzukic centrocampista, eravamo messi meglio in campo. Nel primo tempo abbiamo avuto troppa fretta. Loro sono bravi in ripartenza e noi gliela abbiamo concessa. Ma nel secondo tempo siamo cresciuti

FASE DIFENSIVA – Nel secondo tempo eravamo più compatti e anche Dybala è migliorato

INIZIO PARTITA – Stasera abbiamo giocato un bel secondo tempo. E dal 30′ del primo abbiamo iniziato a giocare. La forza della squadra è la capacità di attendere il momento giusto. Nel primo tempo un paio di occasione le abbiamo concesse

SOSTITUZIONI – Ho cambiato De Sciglio con Cancelo per costringere Politano a difendere e per attaccare di più di là

CENTROCAMPO – Nel secondo tempo eravamo più aiutati perché avevamo Mandzukic a centrocampo. Abbiamo fatto una buona partita da squadra. Oggi siamo stati concreti e compatti

CAMPIONATO – Bisogna andare avanti per la nostra squadra. Stasera non era semplice perché rischiavamo di perdere dei punti

JUVE KILLER – No, il Napoli è ancora vicino. Abbiamo fatto una bella partita, tranne un paio di errori in cui eravamo troppo lunghi

OCCASIONI INTER – Sul palo siamo stati frettolosi nel recuperare palla. Nell’altra situazione abbiamo preso contropiede

 

Articolo precedente
Cancelo: «Contento per la mia prestazione? Più per la squadra» – VIDEO
Prossimo articolo
Gagliardini: «Abbiamo sbagliato due occasioni, la Juve non perdona» – VIDEO