Conferenza stampa Pirlo: «Fondamentale vincere per dare continuità» – VIDEO

Iscriviti

Conferenza stampa Pirlo: le dichiarazioni del tecnico della Juventus alla vigilia del match di Champions League contro il Ferencvaros

La Juventus è pronta a riprendere il proprio cammino in Champions League contro il Ferencvaros per provare a ipotecare la qualificazione agli ottavi di finale. Dopo la convincente prestazione con il Cagliari, i bianconeri proveranno a ripetersi in campo europeo.


CRESCITA – «Dobbiamo dare continuità a prestazioni e risultati, mi darebbe molto fastidio se non ci fosse la stessa intensità. Serve a noi come squadra ma anche per dare continuità al percorso di crescita. Senza la stessa intensità non saremmo la Juventus».

SCINTILLA«Non è scattata una scintilla, i giocatori si conoscono meglio. Serviva del tempo, giornata dopo giornata cerchiamo di migliorarci».

DIFESA – «Dietro sono rimasti in 4, con Danilo centrale e Alex Sandro terzino sinitro. Kulusevski o Chiesa? Vedremo come stanno domani, Chiesa è rientrato dall’infortunio e non è pronto per i novanta minuti».

DYBALA – «E’ pronto, sta meglio, si è allenato con una certa continuità a parte i primi giorni sotto antibiotici. Sabato si è mosso bene, vediamo se schierarlo dal primo minuto domani».

FERENCVAROS – «La forza di questa squadra la conosciamo, l’abbiamo già incontratata all’andata, non dobbiamo guardare l’andata, non sottovalutarla ma affrontarla come sappiamo. Decisiva per chiudere la qualificazione».

LA GARA – «Non bisogna guardare il risultato dell’andata, sono gare diverse, giocata due settimane fa. Loro vengono da un buon periodo, sono una buona squadra, dobbiamo dimostrare la nostra forza sul campo. Massima determinazione per non buttare all’aria quanto di buono fatto fino ad ora».

DYBALA, CR7 E MORATA INSIEME – «Lo pensiamo fin dall’inizio, non abbiamo avuto mai tutti nelle migliori condizioni. Diamo equilibrio e struttura alla squadra, poi troveremo una soluzione per farli giocare insieme»

RONALDO – «Sfide sulle punizioni? Non le abbiamo fatte per adesso. Con lui mi comporto come con tutti gli altri, con persone semplici e serie si va facilmente d’accordo. Tratto lui che è un campione come Frabotta e Portanova che sono due ragazzi arrivati dall’Under 23. E’ il mio modo di fare, lo era anche da calciatore».

PRIMO POSTO IN CAMPIONATO «E’ una gara importante per dare continuità e prendere consapevolezza della forza che abbiamo, i giocatori non sanno quanto possono migliorare e dove possono arrivare. E’ un percorso che abbiamo iniziato due mesi fa ed ora stanno arrivando le prime prestazioni positive. Se non diamo seguito alla prova di sabato, non è servito a niente».

QUALIFICAZIONE ANTICIPATA – «Questa è la cosa fondamentale, chiudere la qualificazione domani per dare respiro anche ai giocatori per eventuali rotazioni future. Con Barcellona e Dinamo Kiev potremmo giocare diversamente, focalizzandoci sul campionato».

BERNARDESCHI«Ha fatto una grande partita sia qui che in Nazionale. Sta bene mentalmente, possibile che domani giochi ancora da titolare».

LEGGI ANCHE: Juve-Ferencvaros: il programma della vigilia del match di Champions

Condividi