Conferenza stampa Sarri post Lazio-Juve: le parole del tecnico

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Sarri post Lazio-Juve: il tecnico bianconero parla della prestazione della squadra al termine del match

Maurizio Sarri, allenatore della Juve, parla in conferenza stampa al termine del match di campionato contro la Lazio, che ha battuto i bianconeri 3-1.

LA GARA «La Juve ha fatto molto bene nel primo tempo e il rammarico è non aver chiuso in vantaggio. Forse una delle prestazioni migliori della stagione per baricentro e palleggio. Ci dispiace non esser andati in vantaggio. Dall’espulsione in poi ci sono stati una serie di episodi sfavorevoli. La prestazione è in crescita».

PRESTAZIONI ALTALENANTI – «Siccome alleno la Juventus non vorrei andare in svantaggio. Abbiamo avuto un periodo in cui a un gol segnato da noi poi c’era il gol subito e un calo. Oggi non era così, ma poi è arrivato un colpo di testa all’ultimo minuto. Anche nella fase iniziale del secondo tempo la partita era in mano nostra».

LAZIO – «La Lazio è da anni una squadra forte. È una squadra di grandissime qualità e potenzialità. Per me è stato sorprendente non vederla in zona Champions. Sta facendo bene e sono in grande condizione. Ci sono poi episodi che ti vanno incontro».

SERIE A«Ho fatto un altro campionato e il livello era alto. Se penso a due anni fa in Italia, invece, c’è un livello più alto. Le piccole ci provano sempre e hanno una buona qualità di palleggio. Per fortuna il nostro campionato si sta livellando verso l’alto. Mi interessa ora subire meno e vincere al novantesimo. Riusciamo a esprimerci solo per degli spezzoni di partite».

MOMENTO DIFFICILE – «Io penso che la squadra abbia la lucidità di capire che abbiamo perso per una serie di episodi. Non vedo un contraccolpo psicologico di grande impatto». 

BENTANCUR – «Per noi è determinante. Ha una distorsione in seguito a un colpo. Valutare così a caldo è difficile, lo faremo domani. Perderlo per un periodo lungo sarebbe un problema».

EMRE CAN – «Ha subito un colpo durissimo e da cui non è facile avere azioni molto lucide. È andato in difficoltà e sta avendo qualche problema».

EPISODI «Gli episodi della partita ci hanno fatto entrare in una modalità negativa. Giocare in dieci con le caratteristiche dei nostri attaccanti è difficile. Per noi c’è più difficoltà soprattutto in questo momento che abbiamo fuori una serie di giocatori che potrebbero garantirci altre soluzioni».

Condividi