Conferenza stampa Sarri post Napoli-Juve: le parole del tecnico

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Sarri post Napoli-Juve: il tecnico bianconero parla della prestazione della squadra al termine del match

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, parla in conferenza stampa al termine della finale di Coppa Italia tra i bianconeri e il Napoli.

GARA «A livello di determinazione c’eravamo, abbiamo fatto una partita di applicazione. La squadra è rimasta corta e compatta. Siamo una squadra abituata a risolvere le situazioni con giocate individuali dei giocatori, quindi per abitudine le risolvono così e per mancanza di brillantezza fisica è difficile trasformare in pericolosità la mole di gioco. Sbagliare un calcio di rigore per mancanza di cattiveria è molto giornalistico. Il rigore lo sbagli tecnicamente. C’è rabbia e delusione, l’anno scorso ho lasciato la Coppa d’Inghilterra ai rigori. Ai rigori hai sempre la sensazione che la butti via. È meglio perdere ai minuti regolamentari che ai tifosi. Mi dispiace, un trofeo è sempre un trofeo. Dobbiamo trasformare in voglia questa rabbia».

TIRI IN PORTA«La supremazia è a nostro vantaggio. In questo momento i giocatori faticano a fare certe cose, ma se si pensa di ripartire dopo 3 mesi ed essere brillanti… Ora si comincia a giocare in un periodo che al di là della condizione fisica, non è un periodo ideale per nessuno. Da qui in avanti le temperature saranno ancora più alte, se ne vedranno molte di squadre sgonfie. Con l’applicazione tattica che abbiamo avuto, con la squadra che rimane compatta, penso che ne possiamo venir fuori piuttosto bene».

RONALDO – «Ha dei buoni numeri a livello di quantità di corsa, i migliori della stagione, si è allenato molto. Ha numeri non buoni per le accelerazioni e la velocità raggiunta. È per disabitudine alle partite. La quantità c’è, è molto transitorio e il recupero sarà piuttosto veloce. Abbiamo anche altre situazioni, come Douglas Costa che ha avuto interruzioni, Dybala che è stato positivo… Tante situazioni determinanti per giocatori che risolvono individualmente le partite».

NAPOLI«Ha vinto meritatamente perché ha tirato meglio i rigori. In partita ho visto due squadre sotto ritmo, con grande difficoltà a rendersi pericolose. Dopo mezz’ora dava la sensazione del possibile 0-0. Poi se si parla di meriti ai rigori, oggettivamente li hanno tirati molto meglio di noi».

Condividi