Semin: «Vogliamo creare dei problemi alla Juve. L’obiettivo è fare punti»

© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Semin: le parole del tecnico della squadra russa per Lokomotiv Mosca Juve, sfida della quarta giornata di Champions League

Lokomotiv Mosca Juve è la sfida che caratterizza il mercoledì di Champions League, valida per la quarta giornata della fase a gironi. Nuovamente l’una contro l’altra le due formazioni dopo il 2-1 a tinte bianconere dell’Allianz Stadium.

Nel giorno di vigilia, martedì 5 novembre, Jurij Semin ha parlato in conferenza stampa dal Lokomotiv Stadium. Il tecnico della squadra russa, alle 10, ha presentato la partita contro la Vecchia Signora. Juventus News 24 ha seguito il LIVE della conferenza.

INFORTUNATI«Siamo positivi. Miranchuk è tornato in gruppo, Smolov è recuperato, Joao Mario è ok: la squadra sta bene. I titolari, invece, li decideremo oggi. Krychowiak si è ristabilito dai problemi intestinali, Barinov sta meglio rispetto all’andata con la Juventus».

MENO DIFENSIVI «Conserveremo l’equilibrio tra attacco e difesa. Il modulo dipende dall’avversario, vogliamo far bene ma dipende anche dalla Juve il nostro atteggiamento tattico. Ogni punto è d’oro per noi: dobbiamo restare sulla strada buona. È difficile dire come giocheremo domani, c’è ancora tempo».

KRASNODAR «Daremo tutto per questa partita, non penseremo a quelle successive. Per noi è importantissima, se faremo punti potremo passare il gruppo e siamo concentrati sulla gara contro la Juve».

BILANCIO – «È ancora presto. Restano tre partite da giocare: siamo sicuramente più esperti, con maggiore stabilità ma c’è ancora modo di crescere come rendimento. Sono due anni consecutivi che giochiamo in Champions League, ci permette di avere più esperienza. Il bilancio verrà fatto il 10 dicembre».

JUVE – «Vogliamo creare dei problemi alla Juve: l’obiettivo è fare punti. Lotteremo su ogni pallone, su ogni episodio, per noi è importante cercare un equilibrio tra attacco e difesa. Hanno attaccanti veloci, contropiedisti, per non farci cogliere di sorpresa servirà equilibrio».

STADIO – «Al Luzhniki i tifosi si sarebbero sentiti in trasferta, qua sono in casa. Ci sentiamo padroni di casa, spero nel loro sostegno e nel loro appoggio per incoraggiare la squadra. Vogliamo renderli felici».