Simeone: «Sarà una partita diversa dall’andata. Godin c’è» – VIDEO

Le parole di Diego Pablo Simeone, allenatore dell’Atletico Madrid, alla vigilia del match di Champions League tra Juventus e Colchoneros

La consueta conferenza stampa del Cholo Simeone che precede il match di Champions League si terrà all’Allianz Stadium alle 17.45.

Il tecnico argentino presenta la gara di ritorno degli ottavi di finale contro la Juventus con indicazioni di formazione, spunti e sensazioni riguardo il passaggio del turno. I Colchoneros non subiscono gol da 5 partite consecutive e mantenere la porta inviolata a Torino garantirebbe l’accesso ai quarti di finale.

GIORNO RIPOSO IN MENO  – «Giorno in meno di riposo? In Liga è così. Si potrebbe discuterne per migliorare le prestazioni in Champions o in Europa League. Ma son chiacchiere: non cerchiamo scuse. In futuro se ne potrà parlare: in Inghilterra e Italia questa cosa viene seguita molto. E questo ci dice molto su cosa fanno le persone che dovrebbero seguire questi temi da noi».

ANDATA E RITORNO – «Quando si tratta di eliminatorie con due squadre così importanti ci sono due momenti: l’andata e il ritorno. Ognuno prova a organizzarsi al meglio nel proprio stadio».

ASSENZE – «Mi mancheranno tutti quelli che non sono a disposizione. Sto ancora decidendo chi far giocare. Proverò a farlo al meglio».

USCITA CHAMPIONS – «Fallimento? Sono due squadre molto forti, una delle due uscirà. Dovremo approfittare dello spazio che sarà di meno rispetto a quello dell’andata».

ZIDANE – «Con tutto il rispetto per lui non penso sia pertinente parlarne».

MORATA – «Come tutti gli attaccanti del mondo è importante. Dà soluzioni per tirare su la squadra e sostenere il gioco. Lui può sfruttare gli spazi che la Juve potrebbe concederci. Giocheremo in modo che Alvaro possa giocare al meglio».

ANDATA E RITORNO – «Sono due partite diverse. Difficile parlare di favoriti: bisogna ancora giocare per parlare».

GODIN – «Godin sta bene, si allenerà col gruppo. Domani sarà in campo»

JUVENTUS – «È una squadra fortissima con campioni, uomini dalle tante battaglie. Giocatori offensivamente molto importanti: Bernardeschi, Dybala, Douglas Costa, tutti quelli che possono accompagnare Mandzukic e Ronaldo».

CLIMA SPOGLIATOIO – «Non mi piace raccontarvi i dettagli, non voglio parlarne. Loro sanno come gestisco certe partite».

JUVE-INTER NEL ’98 – «Non credo che il calcio debba vivere di queste situazioni. Noi dobbiamo lottare con umiltà e tranquillità. Sappiamo che la squadra con cui giochiamo è fortissima».