Conferenza stampa Zauli: le parole del tecnico post Juventus U23-Pro Sesto

© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Zauli: le parole del tecnico post Juventus U23-Pro Sesto, valida per la 1ª giornata di Serie C

(inviato allo Stadio Moccagatta di Alessandria) – Lamberto Zauli, allenatore della Juventus U23, ha parlato in conferenza stampa al termine della partita contro la Pro Sesto. LA CRONACA DEL MATCH

ANALISI – «Dal primo momento che ho parlato coi ragazzi ho detto che voglio creare qualcosa di grande. Vogliamo arrivare ad un certo livello, quindi le motivazioni personali dobbiamo metterle sempre in campo. La squadra è andata in svantaggio immeritatamente, ma ha continuato a fare ciò che stava facendo. Siamo una squadra giovane, ma sono ragazzi di qualità e l’hanno dimostrato. Hanno dimostrato di giocare da squadra. Siamo solo all’inizio, alla prima si è più concentrati e l’intenzione è quella di farli migliore partita dopo partita».

MODULO – «Non abbiamo avuto nessuna indicazione, tant’è che io ero partito con il 4-3-1-2. Non mi piace essere figlio di un modulo, perché i giocatori sono protagonisti di tutto e alla fine si è deciso di giocare con una difesa a tre. Siamo la seconda squadra della Juventus quindi mettiamo a disposizione i ragazzi per la prima squadra. I ragazzi possono trovare vantaggio ad avere gli stessi input in prima squadra e in seconda».

ISRAEL E CORREIA – «Israel lo conosco dall’anno scorso, non devo scoprire le sue qualità. Dopo un errore grossolano, che può capitare a tutti, ha reagito con una personalità da grandissimo portiere. E’ veramente forte. E’ al suo primo anno tra i grandi ma ha dimostrato grande valore. Felix Correia ha tempi mostruosi, e l’anno dell’Under 23 serve a questo, ossia di fargli fare un campionato diverso da quello della Primavera».

MERCATO – «Sono alla Juventus quindi di mercato ne discuto ma c’è piena fiducia. Tutti i ragazzi che arriveranno saranno parte del gruppo. Oggi la squadra si è divertita a giocare, ha creato autostima. A centrocampo siamo pochi, in un campionato dove giocheremo ogni 3 giorni. Per mantenere una freschezza atletica ce n’è bisogno».

SALTO DALLA PRIMAVERA ALL’U23«Sono contento perché mi stai facendo un complimento per i ragazzi che avevo l’anno scorso. Siamo partiti bene lo scorso anno, poi abbiamo avuto un periodo negativo ma eravamo un gruppo di qualità. I ragazzi si sono affacciati all’Under 23 con un approccio mentale, avendo subito un gran livello di preparazione negli allenamenti».

LEGGI ANCHE: Pagelle Juventus U23-Pro Sesto: i voti ai protagonisti

Condividi