Connettiti con noi

Hanno Detto

Girelli a JTV: «Il calcio italiano può essere orgoglioso di noi»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Cristiana Girelli, attaccante della Juventus Women, ha parlato dopo il pareggio delle bianconere contro il Wolfsburg

Ai microfoni di JTV, Cristiana Girelli ha analizzato il pareggio della Juventus Women con il Wolfsburg.

GOL – «È stata una gioia immensa. È un gol pesante che tiene viva la qualificazione. Sono stata anche fortunata perché la palla è arrivata dove ero io. Ma segnare una doppietta in questo stadio nel giorno del compleanno di Alessandro Del Piero non penso sia un caso. Mi sono regalata una bella serata, peccato per i tre punto perché ci siamo quasi. Abbiamo fatto un’ulteriore passo in avanti, adesso andiamo in Germania per provare a vincere. Questa squadra può sicuramente farlo».

WOLFSBURG – «Le squadre tedesche sono tutte così. Sono anni che ci insegnano quanto l’aspetto fisico sia importante. Noi possiamo migliorare nella fase di possesso: quando hai il pallone sprechi meno energie. La tecnica è importante così come rifiatare con la palla in possesso. Queste squadre non ti danno tregua e paghi il minimo errore. Ma noi abbiamo carattere e voglia di vincere, dobbiamo fare ancora un passo avanti dal punto di vista tecnico ma siamo sulla strada giusta».

SUBENTRATE – «Avere una panchina che ti dà la possibilità di restare in partita o di cambiarla è importane. Oggi a Bonfantini la prima cosa che ho detto è stata: “Devi fare espellere la 13, e così è stato. Sapevamo che con la sua velocità e i suoi strappo poteva creare difficoltà. Per il mister siamo 22 titolari ed è una grande cosa».

FUTURO – «Il calcio italiano può essere orgoglioso della Juventus e di quello che stiamo facendo in Champions, adesso non ci accontentiamo. La nostra qualificazione è aperta e a questo punto ci vogliamo provare. Ora avremo una partita importante con la Lazio perché il campionato è sempre un nostro obiettivo. Poi andremo in Germania per giocarcela alla grande».