Cristiano Ronaldo e Carlo Ancelotti: avversari dopo 4 trofei vinti insieme

ronaldo ancelotti
© foto www.imagephotoagency.it

Cristiano Ronaldo ritrova Carlo Ancelotti nell’inedita cornice del San Paolo di Napoli. Stima e trofei, i due sono legati a doppio nodo

«C’eravamo tanto amati» e poi, d’un tratto, ci ritrovammo nemici in quel di Napoli. Una ricostruzione fantasiosa ma credibile di un ipotetico dialogo tra Cristiano Ronaldo e Carlo Ancelotti. I due si scruteranno questa sera da rivali sul prato del San Paolo e chissà, se quando sollevavano allegramente trofei nella Madrid blanca, se lo sarebbero mai immaginati. Quel che conta ora sono le motivazioni: Cristiano con la voglia di aggiungere l’impianto partenopeo nella vastissima lista di stadi in cui ha lasciato il segno e per dare un segnale forte ai suoi tifosi in vista Atletico; Carletto con la voglia di dimostrare che quella Juve lì non è poi così irraggiungibile.

Ronaldo e Ancelotti, amici di coppa: cartolina blanca

I due si stimano e si vogliono bene. «Ho sempre piacere di vederlo e incontrarlo, il fatto che gioca è un problema in più per noi, per quanto è forte e pericoloso, però è giusto cosi», ha detto Ancelotti sul portoghese in conferenza stampa. Forte e pericoloso, difficile trovare due aggettivi più calzanti per il fuoriclasse di Madeira. D’altra parte il tecnico degli azzurri conserva nel cassetto dei ricordi una bella cartolina blanca, autografata da CR7. I francobolli sono le coppe alzate insieme: una Champions, una Coppa del Re, un Mondiale per club e una Supercoppa europea. Non ferraglia insomma, ma trofei prestigiosi vinti in collaborazione. Solo che al San Paolo, questa sera, a vincere sarà uno soltanto. E Cristiano, questa volta, la cartolina spera di recapitarla blanco-nera.