Cristiano Ronaldo, letargo e ritorno del re: il 2020 profuma di rivincita

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Cristiano Ronaldo, letargo e ritorno del re: il 2020 profuma di rivincita per il fuoriclasse portoghese, con i tanti impegni dei bianconeri

Il tramonto del 2019 ha segnato l’ascesa, attesa e desiderata dai tifosi della Juve, da parte di Cristiano Ronaldo. Cinque gol nelle ultime quattro partite in campionato hanno preso per mano la squadra bianconera, blindando la prima posizione al pari dell’Inter prima della sosta natalizia. Un finale che ha oscurato le ombre di inizio stagione, con un CR7 alla ricerca della forma perfetta per trascinare i compagni.

Cristiano Ronaldo: la chiusura del 2019 del portoghese

La doppia sostituzione consecutiva contro Lokomotiv Mosca e Milan (culminata con l’uscita dal campo direttamente nello spogliatoio) aveva tenuto banco agli onori della cronaca nelle settimane di fine novembre. Lo stesso CR7, poi, aveva chiarito la situazione dal ritiro della Nazionale portoghese: «Ovviamente non mi piace, ma la capisco. Nelle ultime settimane sono stato limitato da un problema fisico. Nessuna polemica».

Un problema fisico, dunque, aveva impedito al fuoriclasse ex Real Madrid di esprimersi al meglio nella prima parte di stagione, trovando partita dopo partita la giusta condizione atletica. E di certo i cinque gol consecutivi sono valsi un biglietto da visita importante per guardare con positività al 2020. Le motivazioni sicuramente non mancano: il ko in Supercoppa, inoltre, ha cancellato il suo primato di dieci finali vinte consecutivamente dopo 64 mesi, lasciando quell’amaro in bocca da ‘vendicare’ nel nuovo anno.

Condividi