Connettiti con noi

Hanno Detto

Cuadrado carico: «La pausa ci ha aiutato, ora dobbiamo vincerle tutte»

Pubblicato

su

Cuadrado ha parlato di questi giorni di sosta e della ripresa del campionato della Juve dopo il bruciante ko col Benevento

Juan Cuadradoha rilasciato un’intervista a Sky Sport. Queste le sue dichiarazioni versi il derby col Torino.

SOSTA – «Abbiamo approfittato per lavorare, fisicamente e duramente. Da tempo non ci capitava a noi. Abbiamo messo benzina nelle gambe per finire bene la stagione, non capita mai e abbiamo lavorato molto».

ENERGIE RECUPERATE – «Mi sento bene fisicamente e questa pausa ci aiuta tantissimo. Andare e tornare in Sudamerica è sempre faticoso e difficile. Adesso avremo una forza in più perché siamo più rilassati».

BENEVENTO BRUCIA – «E’ stata una partita difficile da digerire, sapevamo l’importanza di fare risultato. Abbiamo passato tanto tempo ad allenarci pensando a questa partita. Dovevamo vincere per arrivare a queste due partite, anche a quella col Napoli al meglio. Ora dobbiamo ricominciare da capo e vincere tutte quelle che mancano».

DYBALA«Paulo si sta allenando con noi, sicuramente avrà una voglia pazzesca di tornare. Ci è mancato molto, sappiamo il valore aggiunto che dà alle squadre. E’ uno dei tanti giocatori che fa la differenza. Magari se lo avessimo avuto in queste gare difficile, lui fa la giocata da fuoriclasse, da top giocatore quale è. Avremo bisogno di lui in quest’ultimo periodo».

DERBY – «Sarà sicuramente una battaglia. Sia la Juve che il Torino hanno bisogno di punti. Sappiamo che è un derby e che si gioca in maniera in diversa. Non c’è il pubblico a darci la carica, ma ci sosterranno ugualmente da casa. Dobbiamo pensare solo a noi e a fare i punti. Sarà una partita difficile. Noi abbiamo bisogno del risultato».

GOL ALL’ULTIMO MINUTO NEL DERBY – «È stato il mio primo gol con la Juve in un derby. Farlo all’ultimo minuto e sentire il boato dello stadio è stato bellissimo. Ho giocato tanti derby, spero di giocare anche questo e soprattutto di fare risultato, che è la cosa più importante».