Connettiti con noi

News

Del Piero futuro allenatore della Juventus? Il modello è Gasperini. E i tifosi sognano

Pubblicato

su

Del Piero ha svolto oggi l’esame per prendere il patentino da allenatore. I tifosi sognano di vederlo sulla panchina della Juventus

La Juventus e Alessandro Del Piero si sono detti addio il 20 maggio del 2012 dopo la finale di Coppa Italia persa dai bianconeri contro il Napoli per 0-2. Sette giorni prima aveva alzato al cielo da capitano il primo dei 9 scudetti bianconeri. Qualche mese prima ancora era stato  il presidente Andrea Agnelli ad annunciare che l’annata 2011-2012 sarebbe stata l’ultima con la Vecchia Signora. Oggi, 9 anni e 5 mesi dopo l’addio, Del Piero ha svolto l’esame per prendere il patentino da allenatore Uefa B/A. Quello che serve per allenare le formazioni giovanili e le prime squadre maschili fino alla Serie C.

Del Piero ha dato addio al calcio giocato nel 2014, dopo le esperienze al Sidney in Australia e Delhi Dynamos in India. Da quel momento ha iniziato a portare avanti i suoi progetti legati al pallone (in particolare in America), all’imprenditoria e alla televisione, senza mai rientrare nel mondo Juventus. Tutte queste esperienze gli hanno permesso di ampliare le sue conoscenze in diverse direzioni, non precludendosi alcuna strada. Compresa quella di provare a diventare allenatore.

L’ex leggenda della Juventus, a tal proposito, in un’intervista di giugno al Corriere della Sera, rivelò che tra i modelli di riferimento in panchina c’erano gli ex Lippi per «la capacità di gestire il gruppo», Trapattoni per «la visione sui ragazzi», Capello per la «praticità» e Ancelotti per «l’umanità» aggiungendo che «Klopp resta un punto di riferimento» e che per la Serie A «dico Gasperini». Il profilo del Del Piero-allenatore, quindi, sarebbe un mix tra la saggezza dei ‘vecchi’ e l’esuberanza dei ‘nuovi’. E chissà che la sua carriera in panchina non possa prendere come esempio quella del tecnico dell’Atalanta che, dopo un’importante esperienza vissuta proprio nel settore giovanile della Juventus, passò rapidamente dalla Serie C alla Serie A e affermandosi come uno dei migliori. I tifosi lo sperano. E già sognano.