Del Piero svela il retroscena: «L’ho pensato prima della rovesciata in Milan-Juve»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Alessandro Del Piero, ex capitano della Juve, ha rilasciato alcune dichiarazioni in vista della partita dei bianconeri con il Milan

Ospite in collegamento durante Calciomercato – L’Originale su Sky Sport, Alessandro Del Piero ha rilasciato queste parole in vista di Milan-Juve.

MILAN-JUVE «Era la partita decisiva, perché il Milan è stata la squadra di riferimento quando io ero ragazzino. Era la squadra di Sacchi, poi di Capello, che dettò il ciclo calcistico. Poi crescendo in questo modo ho affrontato dei Milan straordinari. E’ stata una costante nella mia carriera: San Siro è sempre stato tra gli stadi di riferimento, poi è stata la squadra che con la Juventus mi voleva acquistare quando ero al Padova».

ROVESCIATA A SAN SIRO«Volevo buttarla in fallo laterale per perdere tempo (ride ndr). Il cross è arrivato in un momento in cui ho pensato: ‘Mettiamo la palla lì’, poi ci pensa David. Sono cose che decidi al momento, poi è stato bravissimo Trezeguet».

QUAGLIARELLA – «Fabio ha raggiunto una maturità che gli permette di far tutto, si è ritagliato un ruolo importantissimo alla Sampdoria. Si è ringiovanito, anche se è sempre difficile dire di no alla chiamata di una grande. Mi ha sorpreso molto come ha risposto Ranieri, che è sembrato fuori dall’argomento».

DYBALA – «Leader è una parola grossa. Chi gioca così poco non può esserlo, nel vero senso della parola. Il leader gioca tutte le partite».

LEGGI ANCHE: Floro Flores non ha dubbi: «Se acquista lui, la Juve fa una scelta senza senso!»

Condividi