Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Demiral Juve: addio con tanti rimpianti. Cherubini ha un piano per la difesa

Pubblicato

su

Demiral lascia dopo due stagioni la Juve: il difensore turco pronto a vestire la maglia dell’Atalanta. Le possibili mosse dei bianconeri per la difesa di Allegri

Termina dopo due stagioni l’avventura di Merih Demiral alla Juventus. Parentesi con luci e ombre, con il grave infortunio al crociato del ginocchio del gennaio 2020 a fare da spartiacque alla parentesi a Torino del giovane difensore turco. Demiral era in ascesa all’epoca nelle gerarchie di Sarri e aveva scavalcato anche de Ligt per una maglia da titolare nel pacchetto arretrato dell’attuale tecnico della Lazio. Da lì un lento recupero e tante difficoltà nel riprendersi il tempo perduto, con annessi non pochi rimpianti per quello che poteva essere il suo capitolo juventino sotto la Mole.

L’ex Sassuolo ha faticato a trovare spazio con Pirlo, finito nelle retrovie delle scelte del ‘Maestro’ dietro a de Ligt, Bonucci e capitan Chiellini. Situazione che non sarebbe cambiata con il ritorno in panchina di Massimiliano Allegri: da qui la scelta della Juventus di avallare la volontà del giocatore di cercare spazio altrove, con l’Atalanta che lo ha individuato come l’erede ideale per la difesa di Gasperini di un altro centrale in ascesa e in orbita bianconera come Romero. Cherubini fa cassa grazie alla cessione di Demiral, con la ‘Vecchia Signora’ che incasserà un assegno complessivo di circa 28 milioni tra prestito oneroso e diritto di riscatto. Registrando, inoltre, una plusvalenza preziosa considerando che il classe ’98 pesa adesso a bilancio intorno agli 11 milioni di euro.

Calciomercato Juve, addio Demiral: tentazioni Romagnoli e Milenkovic

Nikola Milenkovic

Demiral verrà sostituito nella rosa di Allegri? L’uscita del turco non libera uno slot nella casella degli extracomunitari vista la permanenza in Italia, con l’ultima casella a disposizione che verrà occupata così da Kaio Jorge, sbarcato oggi a Torino per le visite mediche di rito e la firma con i bianconeri. L’idea al momento della dirigenza della Continassa è quella di dare fiducia a Rugani e al baby Dragusin per completare il reparto dietro ai tre ‘tenori’ de Ligt, Chiellini e Bonucci. Allegri reputa sofficemente affidabili le pedine a sua disposizione, con Cherubini al momento concentrato soprattutto nel cucire la distanza con il Sassuolo per il colpo Locatelli dopo aver chiuso l’ingaggio di Kaio Jorge per rimpolpare l’attacco.

Gli uomini mercato bianconeri restano comunque alla finestra nel caso in cui la situazione dovesse cambiare. Milenkovic e Romagnoli in tal senso sono da tempo due profili appetibili, anche per la situazione contrattuale che li vede in scadenza tra un anno rispettivamente con Fiorentina e Milan. La Juve è in contatto con Ramadani e Raiola, agenti dei due centrali, pronta eventualmente a sfruttare l’occasione per consegnare un rinforzo di spessore in più al pacchetto arretrato di Allegri. Con il capitano rossonero, inoltre, si è spesso parlato di un eventuale scambio con Bernardeschi, anche lui in scadenza nel giugno 2022. Intanto, Rugani e Dragusin cercheranno di guadagnarsi la fiducia alla Continassa della dirigenza e di Allegri in vista della partenza della prossima stagione.