D’Onofrio a RBN: «Ricorso inammissibile? No, vi spiego perchè»

© foto Mg Bari 14/05/2006 - campionato di calcio serie A / Reggina-Juventus / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Juventus

Paco D’Onofrio, noto avvocato, è intervenuto ai microfoni di Radio Bianconera sulle vicende giudiziarie post Calciopoli

Paco D’Onofrio, noto avvocato, è intervenuto a Radio Bianconera durante il programma “Cose di Calcio”. Ecco le sue parole relative al rigetto del ricorso per lo scudetto 2006.

RICORSO«Partiamo dal presupposto che il collegio di garanzia ha ritenuto inammissibile il ricorso, ma questa è solo la parte dispositiva, non sono ancora state rese note le motivazioni. Dalla lettura delle motivazioni si potranno individuare altri scenari. Questa è una questione di più ampio respiro, lo dico da molti anni. È una situazione che è nata in ambito federale, l’assegnazione dello Scudetto del 2006 all’Inter fu un atto d’ufficio di tipo amministrativo e politico da parte di Guido Rossi, allora commissario straordinario. A mio avviso la vicenda dovrebbe tornare nei palazzi federali. La Juventus si è comportata bene, nel rispetto della sua tradizione e dei tifosi».

SOLUZIONE«Bisogna riservarsi di leggere le motivazioni, intuendo quelle che potrebbero essere probabilmente la Juventus ritornerà alla politica federale, con un’istanza che invitasse il consiglio federale a considerare quell’originaria attribuzione. Non c’è stata una sentenza che assegnasse lo Scudetto all’Inter, fu una decisione di tipo politico di un commissario straordinario. Se nessuna partita è stata alterata non si capisce perché siano stati revocati due Scudetto».