Dybala-Juve, limbo rinnovo: ma 15 milioni sono veramente troppi?

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Dybala-Juve, limbo rinnovo: ma 15 milioni sono veramente troppi? Quali sono le perplessità del club bianconero

E chissà se, alla fine, Paulo Dybala rinnoverà il suo contratto con la Juventus, o meno. Le trattative per il prolungamento del contratto del numero 10 argentino continuano a vivere un periodo di stallo che mortifica le previsioni di chi, soltanto qualche mese fa, si prefigurava un’imminente fumata bianca. La tavola sembrava effettivamente imbandita: Paulo MVP della Serie A 2019/20 e trascinatore nella corsa al nono scudetto consecutivo. Una stagione, per quanto sconvolta dalla pandemia, talmente positiva a livello individuale da far dimenticare quasi il film di due estati or sono, quando la Joya era stata a un passo prima dalla cessione al Tottenham e poi al Manchester United. Uno scenario che rischia di tornare pericolosamente d’attualità qualora i discorsi tra l’entourage del giocatore, capeggiato da Jorge Antun, e la Juventus non vivano una svolta.

La richiesta dei 15 milioni e le perplessità della Juventus

Le principali difficoltà sorgono intorno alla cifra richiesta dal numero 10 argentino per porre l’autografo sul nuovo contratto: 15 milioni netti di euro a stagione. Una cifra considerata eccessivamente alta dal club bianconero in un momento di crisi globale in cui il piano della società mira all’abbattimento dei costi e quindi del monte ingaggi. Anche perché arrivare a una simile cifra significherebbe di fatto raddoppiare lo stipendio di Dybala che ora arriva di parte fissa “appena” a 7,3 milioni, risultando il terzo giocatore meglio retribuito della rosa dietro all’inarrivabile Cristiano Ronaldo e a Matthijs de Ligt. Anche il periodo non eccezionale di forma di Dybala, ancora condizionato dalle problematiche fisiche avute nel finale della scorsa stagione, in questo momento non sta permettendo a Pirlo di poter fare affidamento a pieno regime sulla Joya: ed anche questo incide. La Juve fa quindi per il momento fatica ad accogliere una simile proposta, fermo restando che  entrambe le parti proveranno a trovare un punto d’incontro. Un concetto ribadito anche recentemente dallo stesso Fabio Paratici: «C’è una volontà chiara da parte della Juve e del giocatore, ovvero quella di rinnovare l’accordo. Ne stiamo parlando anche proficuamente. Logicamente questo è un momento molto particolare per tutti (…) però stiamo parlando sempre e continueremo a parlare per cercare di arrivare a una felice soluzione per tutti».

Stipendi calciatori Juventus (milioni netti a stagione): Dybala solo terzo

  • Ronaldo 31
  • De Ligt 8
  • Dybala 7,3
  • Rabiot 7
  • Ramsey 7
  • Bonucci 6,5
  • Szczesny 6,5
  • Alex Sandro 6
  • Arthur 5
  • Chiesa 5
  • Cuadrado 5
  • Morata 5
  • Bernardeschi 4
  • Danilo 4
  • Chiellini 3,5
  • Bentancur 2,5
  • Kulusevski 2,5
  • McKennie 2,5
  • Demiral 1,8
  • Buffon 1,5
  • Pinsoglio 0,3
  • Frabotta 0,1

Stipendi calciatori in Italia e in Europa: quanto guadagnano i top player

Provando ad oggettivare e contestualizzare la richiesta economica di Dybala, si può cercare di rispondere alla domanda: ma 15 milioni sono veramente troppi? Il metro di paragone va chiaramente agli altri top player, in particolare attaccanti della Serie A e degli altri migliori campionati d’Europa. Solo nel massimo campionato italiano ci sono cinque giocatori che guadagnano più dell’ex Palermo: detto di Cristiano Ronaldo e Matthijs de Ligt, bisogna aggiungere anche Romelu Lukaku (Inter), Christian Eriksen (Inter) ed Edin Dzeko, che si aggirano tutti intorno ai 7,5 milioni. La concorrenza naturalmente si fa più elevata in Europa: raggiungendo i 15 milioni Paulo Dybala andrebbe a guadagnare una cifra molto simile a quella che Sergio Aguero percepisce al Manchester City, rimanendo comunque abbondantemente dietro a profili come Lewandowski, Salah, Griezmann e ovviamente Mbappé, Neymar e Messi.

Condividi