Dybala: «Sono in fiducia, rischio perché mi riescono le cose»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Dybala: «Sono in fiducia, raggiunto il primo obiettivo». le parole della Joya dopo la partita con l’Atletico Madrid

Paulo Dybala parla a Sky Sport dopo la vittoria con l’Atletico Madrid.

GOL – «È stato un bel gol per la posizione da dove ho tirato che era difficile. C’era un angolo ridotto e tanti giocatori davanti alla porta».

PRESTAZIONE – «La squadra ha fatto un primo temo incredibile, abbiamo giocato benissimo. Siamo contenti per il raggiungimento del primo obiettivo».

MOMENTO – «Mi sento bene e cerco di dare sempre il massimo alla squadra. Rischio le giocate per me per la squadra. In questo momento le cose mi vengono e approfitto della mia fiducia».

ESULTANZE – «Il primo gesto era per la mia ragazza, un gesto d’amore di un film. Il saluto militare a Demiral era per scherzare, perché lo prendiamo in giro dopo quello che è successo in Nazionale. Non c’è nessun significato».

La Joya ha parlato poi ai microfoni di Mediaset.

LA GARA «Sono contento per il gol, abbiamo dato quello che avevamo. Abbiamo fatto un gran primo tempo, con grande velocità. Non era facile perché loro erano molto chiusi, nella ripresa è stato più difficile, perché loro ci costringevano a buttare palla e a chiuderci, ma abbiamo vinto».

PUNIZIONE «La punizione? Scherzando con Pjanic mi diceva di calciarla rasoterra, ma pensando che me l’avrebbero ribattuta ho deciso di calciare alto, e lui mi ha detto che ho fatto bene».

ESULTANZA – «L’esultanza è per la mia ragazza, gliel’avevo promessa. Anche a Demiral avevo promesso che sarei andato ad esultare con lui in caso di gol».

ALTERNANZA CON HIGUAIN – «Decide il mister, stiamo tutti bene e vogliamo dare il massimo. Higuain ha fatto una partita incredibile contro l’Atalanta e uno doveva stare fuori. Chi sta fuori rispetta la decisione dell’allenatore, da oggi sarà così».

GOL ALLA MARADONA «Non esageriamo».

MIGLIOR STAGIONE «Due anni fa avevo iniziato molto bene, spero di continuare così. Per me è importante dare il mio contributo, poi se arriva il gol meglio ancora».

Condividi