Dzeko e quelle confessioni: Pirlo stregato, lo hanno detto ex compagni e allenatori

© foto www.imagephotoagency.it

Edin Dzeko e quelle confessioni di spogliatoio: lo hanno detto i suoi ex compagni e allenatori. Andrea Pirlo, allenatore della Juve, stregato dal bosniaco…

Edin Dzeko si avvicina sempre di più alla Juventus… Il bosniaco è balzato avanti nella corsa per il numero 9 bianconero a Luis Suarez, leggermente frenato da alcuni cavilli burocratici. Con Milik destinato alla Roma, il mosaico degli attaccanti potrebbe essere completato proprio dal passaggio del centravanti ex Wolfsburg e Manchester City a Torino.

Un attaccante completo, intelligente dal punto di vista tattico, elogiato sempre da compagni di squadra e allenatori. Pirlo ha sempre mostrato la sua ammirazione per Dzeko ed ecco che, attraverso alcune confessioni di spogliatoio, viene spiegata la speciale attitudine in campo del calciatore.

Dzeko-Juve: quando Nainggolan e Pjanic lo esaltarono così pjanic nainggolan

Chi ha vissuto lo spogliatoio, quotidianamente, con Dzeko conosce il reale potenziale del calciatore. Alla Roma, il bosniaco ha vissuto importanti momenti e vittorie insieme a Radja Nainggolan. Il centrocampista, in un diretta Instagram con il tennista Fabio Fognini, parlò così dell’attaccante: «Dzeko è un giocatore fantastico con cui giocare. Con lui potevo correre anche solo dritto per dritto. Come con Totti. Tu correvi e la palla ti arrivava».

In un’intervista a Omnisport, invece, Miralem Pjanic volle esaltare così il centravanti bosniaco, suo compagno in Nazionale: «Non credo che Dzeko sia sottovalutato, ha fatto grandi cose ultimamente. In Nazionale è il giocatore che ha segnato di più, sappiamo quanto sia importante. E inoltre è importante anche per il suo club. Credo sia un giocatore fantastico, non è sottovalutato».

Dzeko pupillo dei suoi ex allenatori: spiegato il perché

Ex compagni, sì, ma sono soprattutto gli allenatori ad identificare Dzeko come il loro unico pupillo. Al Corriere dello Sport, Roberto Mancini spiegò l’importanza del centravanti, con il quale vinse la Premier League con il Manchester City: «Dzeko è un grandissimo attaccante, uno dei più forti in Europa. I numeri sono tutti dalla sua parte, è andato in doppia cifra ovunque. Ha il fiuto del gol ma è valido anche nell’impostazione di gioco, sa giocare il pallone e riesce a far giocare la squadra». 

Roma è sinonimo di Luciano Spalletti. Ai microfoni della Lega, l’ex tecnico giallorosso confessò le qualità più importanti del centravanti: «Ha la completezza delle caratteristiche di un attaccante, gli puoi chiedere qualsiasi cosa. Sa tenere palla ma anche cambiare direzione e portarlo via. Attacca la profondità, ha stazza, è veloce, è bravo con i due piedi e anche di testa: è un giocatore fantastico». Paulo Fonseca, invece, dopo la doppietta decisiva di Dzeko in una Roma-Sampdoria, disse:«È l’attaccante più forte mai allenato? Sì, i due gol lo hanno confermato».

Un estimatore a sorpresa per Dzeko è senza dubbio José Mourinho. Quando militava nel City, l’attaccante era stato designato dal tecnico portoghese come il miglior giocatore della Premier League di quella stagione: «Il migliore deve essere tra i campioni. Se il City lo dovesse diventare sceglierei indubbiamente Dzeko. Lui era terzo nelle gerarchie all’inizio della stagione, ma nei momenti cruciali della stagione ha fatto la differenza. Per un terzo attaccante segnare 16 gol è straordinario, ma mi ha colpito anche la qualità del suo gioco. Non solo gol, tanti assist, gioco di squadra. Ne sono certo, sceglierei lui».

Dzeko ‘incubo’ degli avversari: lo sa bene Bonucci

Avversari di mille battaglie e prossimi a diventare nuovi compagni di squadra. Leonardo Bonucci sa cosa vuol dire affrontare Dzeko e, dopo Italia-Bosnia di Nations League, ha battezzato così l’attaccante a Rai Sport: «È un grande giocatore, di livello mondiale. Ha tutto. Tecnica, corsa e dribbling. Mette in difficoltà ogni linea difensiva e noi siamo stati bravi a non concedergli tanto ma quando ha avuto la possibilità con la linea difensiva scavalcata è riuscito a segnare».

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juve LIVE: le ultime notizie sulle trattative bianconere

Condividi