Emergenza Coronavirus, Spadafora: «Disponibili a giocare a porte chiuse»

© foto www.imagephotoagency.it

Emergenza Coronavirus, Spadafora: «Disponibili a giocare a porte chiuse». Il ministro per lo sport sull’eventualità di giocare senza tifo

Vincenzo Spadafora, ministro per le politiche giovanili e lo sport, ha rilasciato un comunicato dando ulteriori delucidazioni in merito all’emergenza Coronavirus e le ripercussioni sul mondo del calcio.

PORTE CHIUSE – «Sono ufficialmente in vigore provvedimenti che vietano gli eventi fino a domenica prossima, inizialmente per la Lombardia, il Veneto e il Piemonte; ora con questo decreto abbiamo allargato anche a Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Liguria. In queste regioni, resta il divieto di manifestazioni sportive, ma per gli eventi delle Serie A abbiamo dato la disponibilità a svolgerli a porte chiuse. Il provvedimento è stato esteso al resto d’Italia perché non esistono le condizioni per prendere misure gravi».