Empoli Ladies, ufficiale l’addio di Pistolesi a fine stagione. Segnale per Spugna?

© foto www.imagephotoagency.it

Empoli Ladies, ufficializzato l’addio del tecnico Alessandro Pistolesi a fine stagione. Segnale per Alessandro Spugna?

Attraverso il proprio sito, l’Empoli Ladies ha comunicato che, al termine della stagione, si separeranno le strade con l’attuale allenatore Alessandro Pistolesi. A prendere il suo posto potrebbe essere Alessandro Spugna, che ha salutato la Juventus Women Primavera in questi giorni ed è pronto al salto in Serie A femminile. Di seguito riportata la nota del club toscano.

«L’Empoli Football Club comunica che, al termine della stagione sportiva 2019/20, Alessandro Pistolesi non sarà più l’allenatore dell’Empoli Ladies. Pistolesi lascia l’Empoli dopo cinque anni intensi, fatti di tanti momenti bellissimi e indimenticabili. L’arrivo in azzurro nel 2015 con l’affiliazione del Castelfranco, disputando subito un campionato da protagonista seguito dalla prima storica promozione dell’Empoli Ladies in Serie A. Un percorso esaltante, fatto di due semifinali di Coppa Italia, della nuova promozione lo scorso anno nella massima serie, della conquista della Panchina d’Argento fino all’attuale stagione che vedeva le azzurre tra le rivelazioni del torneo. Da parte di tutta la società azzurra va il più sentito e sincero ringraziamento per quanto fatto dentro e fuori dal campo, per i grandi risultati ottenuti e per aver contribuito in maniera importante alla crescita della squadra e del gruppo in perfetto stile Empoli. Ad Alessandro va la più profonda gratitudine da parte del club azzurro e della famiglia Corsi per la professionalità e la correttezza dimostrata durante la sua permanenza in azzurro e l’augurio delle migliori fortune personali e professionali. Empoli Fc comunica inoltre che lascia la società azzurra anche Valerio Bachi, storico presidente del Castelfranco e poi dell’Empoli Ladies fino allo scorso febbraio, contribuendo in maniera significativa al raggiungimento di tanti importanti traguardi».

Condividi