Ex preparatore Lokomotiv Mosca: «Juve attenta, Semin è un abile stratega»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex preparatore della Lokomotiv Mosca, Vincenzo Pincolini, ha raccontato la sua esperienza con Yuri Semin

L’ex preparatore atletico della Lokomotiv Mosca, Vincenzo Pincolini, ha raccontato la sua esperienza in Russia con Yuri Semin. Ecco le sue parole rilasciate a Tuttosport.

SEMIN«Semin è abile a modellare squadra e assetto in base agli avversari e la Lokomotiv tradizionalmente è una di quelle formazioni rognose che in Coppa rende di più».

LOKOMOTIV MOSCA«La Lokomotiv in casa vale un 30 per cento in più grazie alla spinta del pubblico. La Juve dovrà fare attenzione soprattutto ai primi minuti: se ai russi concedi troppi spazi, si esaltano».

PARAGONI«A me ha sempre ricordato l’Atalanta e la Sampdoria di Mantovani. Grandissimo senso di appartenenza e con una eccellente tradizione a livello di settore giovanile».

SEMIN ITALIANO«Quando si tornava dalle trasferte, ne ricordo una in Siberia, faceva ascoltare Celentano a tutti. E a volte metteva Biagio Antonacci sul pullman. Semin ha un debole per il nostro Paese».

CRISTIANO RONALDO«L’attenzione di Cristiano per tutte le parti dell’allenamento, compresa la cura del sonno che io reputo importantissima, la dovrebbero avere tutti i calciatori per ambire a giocare qualche anno in più. In tutti gli sport è aumentata l’età della grande prestazione e, salvo infortuni, credo che Ronaldo possa arrivare ai 40 ad alto livello. Di fanatici e maniaci dell’allenamento come lo juventino non ne ho mai visti. Forse l’unico che un po’ si avvicinava era Papin, che infatti senza doti pazzesche arrivò a vincere il Pallone d’Oro».