Connettiti con noi

Hanno Detto

Fagioli chiama la Juve: «Io sono pronto. Rinnovo? Firmo volentieri ma…»

Pubblicato

su

Fagioli chiama la Juve: «Io sono pronto. Rinnovo? Firmo volentieri ma…». Le sue parole ai microfoni della Gazzetta

Nicolò Fagioli è intervenuto ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Di seguito le parole del centrocampista di proprietà della Juventus.

PROMOZIONE – «Ho festeggiato, giustamente! Dopo la vittoria a Como i tifosi ci hanno aspettato in città e abbiamo festeggiato fino alle 4, comunque senza esagerare… Festa durante la Coppa Italia? È vero, mannaggia, purtroppo me la perdo! Spero che anche i nostri tifosi rinuncino per venire da noi a festeggiare».

MESSAGGI DI COMPLIMENTI – «Da Morata, è un mio caro amico e mi ha scritto subito. Poi Demiral, Chiesa e Balotelli: niente di particolare, solo complimenti. Sono stati molto gentili. Su Instagram ho postato un messaggio dell’estate scorsa in cui scrivevo “li porto in A? Non che fossi sicuro, ma ci credevo e ci tenevo. Era un messaggio di agosto che mi hanno rimandato i miei amici: non potevo non pubblicarlo».

MERITI – «Del gruppo. Un ambiente veramente fantastico. Abbiamo segnato tutti e tanto. Un gruppo giovane e tutto italiano? Vale il doppio. Si può vincere anche così, e noi l’abbiamo dimostrato».

TATUAGGIO PER LA PROMOZIONE – «Sì, lo farò, penso con la data di Como. Dopo quello con la data del debutto in Serie A con la Juve e quelli per la famiglia, ci starebbe bene anche questo».

GIULIA – «Il cuore batte solo per lei. Adesso non vedo l’ora di portarla in vacanza. Dobbiamo divertirci un po’. È stato un anno bellissimo, la vacanza lo deve essere ancora di più. Magari andiamo con Morata».

RITORNO ALLA JUVE – «Io sono pronto per giocare in Serie A. Dove non lo so, non dipende da me. Mi aspetto di tutto, logico che se mi terranno sarò felicissimo: la Juve è la Juve. Sono maturato e io sarò pronto a dimostrare che la fiducia in me sarà meritata».

RINNOVO – «Rinnovo volentieri con la Juve, dipende sempre dalla fiducia che mi dimostrano».

ALTRO PRESTITO – «Se non dovessi restare a Torino e dovessi fare un altro anno in prestito, lo farei volentieri a Cremona. Qui mi sono trovato benissimo».

NAZIONALE – «Riportare l’Italia ai Mondiali? Mi auguro di sì. L’Italia ha una passione enorme per il calcio, stare due volte senza i Mondiali è una cosa bruttissima. Non deve capitare più».