Federica Russo: «Ecco perché ho lasciato la Juventus Women»

federica russo
© foto www.imagephotoagency.it

Federica Russo, ex portiere della Juventus Women ora al Napoli Femminile, ha spiegato i motivi della sua decisione

Federica Russo, ex portiere della Juventus Women ora al Napoli Femminile, ha rilasciato un’intervista ai microfoni de Il Mattino. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

I MOTIVI«Ho giocato poche partite da titolare con la maglia bianconera, nel Napoli mi è stata offerta la possibilità di giocare e non ci ho pensato su troppo: ma sì, andiamo a vedere che aria tira da quelle parti».

GLI INIZI«Mamma non voleva. Papà invece mi fece fare un provino nello Juventus Torino, il mio primo club. È nato tutto lì».

LA FEDE – «Togliamoci subito il dente: tifo Juventus da quando ero piccola».

NAPOLI«Sono stata attratta da nuovi propositi, che sono solidi e ambiziosi. Mi hanno cercato e allora ho detto a me stessa: vai Fede, Napoli può essere il posto migliore per tornare a giocare e vincere».

LA SCELTA«Non mi andava più di fare il secondo portiere, rischiavo di spegnermi calcisticamente».

RONALDO«Il mondo Juve era tutto concentrato lì prima che la squadra maschile si trasferisse alla Continassa. Vedevamo spesso Marotta o Pjanic dare una sbirciatina alle nostre partite, si sta insieme alla cena di fine anno, tutto fa parte di un microcosmo dove l’organizzazione è ai massimi livelli e dove l’obiettivo è quello di primeggiare. Anche la squadra femminile è stata concepita per vincere, non per iscriversi e fare bella figura in un campionato differente da quello maschile».

SEGRETI DA BUFFON «Alla Juve funziona così: esistono un modo di lavorare e una filosofia calcistica che devono valere per tutti».