Filippini in lacrime: «Avrei voluto mia madre presente all’esordio»

Iscriviti
© foto Twitter - Tommaso Turci

Antonio Filippini ieri è scoppiato in lacrime nel minuto di silenzio per le vittieme del Coronavirus: le parole dell’allenatore

Antonio Filippini, nel minuto di silenzio prima di Livorno-Cittadella, è scoppiato in lacrime ricordando la mamma Teresa, di 74 anni, scomparsa a causa del Coronavirus. Ecco le sue parole in conferenza stampa sull’accaduto che rivelano una grande umanità e la particolarità di questa ripresa del calcio.

«È stata una partita in cui ho provato emozioni contrastanti, avrei voluto esordire con mia mamma presente».

Condividi