Final eight a Lisbona a rischio? La Uefa: «Per il momento non c’è un piano B»

© foto www.imagephotoagency.it

Lisbona è nuovamente in emergenza Coronavirus. Al momento nessun piano B della Uefa per la final eight di Champions League

Nessun piano B per le Final eight di Champions League, che dovrebbero tenersi a Lisbona. Proprio nella città portoghese ci sono molti nuovi casi di Coronavirus, tanto che vari sobborghi sono tornati al lockdown.

«La UEFA è in contatto permanente con la Federcalcio portoghese e le autorità locali. Speriamo che tutto vada bene e che sia possibile organizzare il torneo in Portogallo. Per il momento non c’è motivo di avere un piano B. Stiamo monitorando la situazione su base giornaliera e ci adatteremo, se dovremo farlo» hanno dichiarato rappresentanti Uefa a L’Equipe.

Condividi