Connettiti con noi

Hanno Detto

Galeone: «Scudetto? Juve senza speranze. De Ligt così fa solo danni»

Pubblicato

su

Galeone parla della situazione in casa Juve. Lo storico maestro di Allegri analizza la situazione tra scudetto e non solo

Ai microfoni della Gazzetta dello Sport, Giovanni Galeone ha parlato in vista di Sampdoria-Juve.

JUVE «Se vincesse questa partita, poi sarebbe abbastanza tranquilla in chiave-Champions. Non come l’anno scorso, in cui ci andò per demeriti altrui. Il discorso scudetto? Difficile. Guardi, due mesi fa dissi a Max: “Se tu avessi quattro punti in più, forse…”. Una settimana fa ho cambiato: “Max, ti servirebbero due punti in più…”. Penso che come minimo occorrano 85-86 punti per vincerlo, e anche se davanti hanno abbassato il ritmo, difficile che crollino. E la Juventus potrebbe farne al massimo 83».

SE VLAHOVIC ARRIVAVA PRIMA – «Sarebbe stata una situazione diversa. Ma io sono deluso soprattutto da un mio pupillo, Rabiot. Lo ritenevo un super giocatore, ma il vero problema è l’assenza di Chiellini, la Juve non ha un vero difensore centrale sinistro, De Ligt lì fa solo danni. Pensavo che a Torino avrebbero potuto prendere Alaba. Ho letto che hanno fatto la corte a Rudiger: in ogni caso per il prossimo anno dovranno pensarci. Ora, invece, se in Champions battesse il Villarreal ed entrasse negli otto, arrivando poi in semifinale, allora sì che sarebbe una grandissima annata».

DYBALA «Ha avuto molti guai fisici, se uno vuole essere il perno della squadra deve dare garanzie sul piano fisico. La Juve ha preso una decisione su Ronaldo, ne prenderà un’altra su Dybala».