Ghirelli: «Siamo noi che formiamo i giovani, non chi acquista Ronaldo»

Iscriviti
ghirelli
© foto www.imagephotoagency.it

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, parla dello sciopero, facendo anche una battuta sulla Juve e su Ronaldo

Il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli parla a Tuttosport, spiegando il motivo dello sciopero («Restituire ai club l’80% di ritenute irpef sulle retribuzioni degli atleti e dello staff della squadra fino ad un massimo di 240.000 euro»).

Il numero uno della Serie C non si risparmia poi ad una battuta su Ronaldo e la Juve: «Oggi sanno che noi siamo i club che formano i giovani e non chi acquista Ronaldo. I nostri presidenti ci rimettono di tasca propria dai 2 ai 4 milioni di euro all’anno. Oggi sanno che tutti i presidenti uniti hanno manifestato perché non reggono e si rischia di impoverire l’Italia, non solo il calcio».

Condividi