Connettiti con noi

Hanno Detto

Giletti lo ammette: «Lui condiziona la Juve. Dovranno scegliere: è ingombrante!»

Pubblicato

su

Massimo Giletti, noto conduttore tv e tifoso della Juve, ha rilasciato un’intervista, parlando così dei temi d’attualità in casa bianconera

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Massimo Giletti ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sulla Juve.

ALLEGRI «C’era bisogno soprattutto di chiarezza. A me spiace per Pirlo, ma è un progetto naufragato, C’era bisogno di un uomo al comando abituato alle tempeste e a saper gestire uno spogliatoio. Non sarà semplice, è una questione mentale. Serve un uomo che conosca bene tutta la macchina».

RONALDO – «È un giocatore straordinario, che sta su un piedistallo a un livello diverso. Ma è condizionante, per i compagni e per l’allenatore nelle sue scelte. Costi e benefici: la società dovrà fare una valutazione globale. È un giocatore che ha dato tanto, fenomenale, ma ingombrante».

PIRLO «Per me era il meno colpevole. Ma se una squadra come la Juve perde in casa col Benevento e non vince con il Crotone è segno che qualcosa si è rotto. Ma sono amnesie che la squadra si porta avanti da tanto tempo».

PARATICI«Non credo che ce ne saranno e la Juve deve tantissimo a Paratici. Ma deve ritrovare se stessa attraverso il silenzio. L’energia deve essere finalizzata a lottare fino alla fine, come da motto. Nomi e cognomi non contano nulla, conta quanto sudore c’è sulla maglia a fine gara».

SCUDETTO«La Juve parte sempre favorita, mentalmente. Bisognerà vedere cosa succede all’Inter senza Conte, che è una perdita importante».