Connettiti con noi

News

Gol Borriello al Cesena: storia del momento più bello di Paratici alla Juve

Pubblicato

su

Gol Borriello al Cesena: storia del momento più bello di Paratici alla Juve. L’ex dirigente bianconero ha preferito quell’istantanea a qualsiasi colpo di calciomercato

Il momento più bello di Fabio Paratici alla Juventus non è un incredibile colpo di calciomercato, non è un talento scoperto e ingaggiato prima degli altri, non è neanche la vittoria di uno dei tanti trofei sollevati in questi 11 anni di bianconero. Il momento più bello di Fabio Paratici alla Juventus è «il gol di Borriello a Cesena», una rete che ha assunto un valore iconico nella storia recente della Vecchia Signora, scolpito nella memoria dei tifosi della Juve e quindi anche in quella di un dirigente che ha sempre dimostrato grandissimo attaccamento alla causa bianconera.

Era il 25 aprile 2012 quando la Juventus capolista di Antonio Conte faceva visita al Cesena (già retrocessa) a cinque giornate dal termine del campionato. Tre i punti di vantaggio sul Milan secondo e il sogno di andare a conquistare quello che sarebbe poi diventato il primo scudetto del ciclo dei nove. Una partita strana, quasi maledetta: Pirlo sbaglia un rigore dopo 9 minuti, il portiere Antonioli compie interventi miracolosi in serie e la Juve che si ritrova incastrata in una partita forse data per scontata. Al 75′ il cambio della provvidenza con Conte che richiama Matri e manda in campo Borriello, attaccante di scorta e sino a quel momento fattore marginale nella straordinaria stagione bianconera (0 gol). 5 minuti dopo l’attaccante trova un incredibile mancino al volo su sponda di Vucinic che sblocca il match e manda in estasi un popolo frustrato da Calciopoli prima e da due settimi posti poi. La corsa che culmina con l’abbraccio a Conte è l’esaltante istantanea che fotografa una rivincita attesa troppo a lungo. Tutto questo mentre il Milan vinceva faticosamente in casa contro il Genoa; diventata leggendaria, in quella partita, la telecronaca del telecronista fazioso Mauro Suma che annunciò l’inesistente gol del Cesena al Manuzzi al grido di: «Ha pareggiato il Cesena!». Un “gol fantasma” che avrebbe potuto dare un finale diverso a ma che sicuramente ha dato sicuramente intima contentezza a qualsiasi tifoso bianconero. Meglio che portare Cristiano Ronaldo alla Juventus? Per Paratici sì.