Gravina, il futuro del VAR: «Il vertice del 19 novembre sarà uno spartiacque»

gravina
© foto www.imagephotoagency.it

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha rilasciato un’intervista parlando del futuro del VAR. Le sue dichiarazioni

Nel corso di un’intervista rilasciata a Il Mattino, Gabriele Gravina ha parlato del futuro del VAR. Di seguito riportate le dichiarazioni del presidente della FIGC.

REGOLE – «Le chiamate da parte degli allenatori per il Var? Sarebbe un gravissimo errore. Negli altri sport se ci sono due chiamate ci sono quelle e basta. In una partita di calcio si vede tutto al Var. Le regole ci sono, ma vanno applicate e in maniera uniforme. Per questo è partita la sperimentazione in Serie B, anche per allenare meglio i giovani arbitri».

FUTURO«Il vertice del 19 novembre con arbitri, società e giocatori sarà uno spartiacque. Al mondo del calcio vogliamo dare trasparenza. Sento tante imprecisioni nelle interpretazione di come devono essere applicate le noprme. E allora con Rizzoli e Nicchi stiamo pensando di rendere visibili subito gli episodi più importanti e rilevanti della giornata sportiva, con una spiegazione tecnica. È il passo necessario per spiegare anche meglio il regolamento. E magari fare autocritica, se è il caso: non abbiamo paura di ammettere eventuali errori».