Gravina: «Non ho ancora avuto risposte dal CTS, sono fiducioso»

© foto www.imagephotoagency.it

Gabriele Gravina, presidente della Figc, parla del possibile cambiamento del protocollo da parte del CTS. Le sue parole

Intervenuto nel corso di un evento Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha parlato della possibile riduzione dei tamponi e dunque di alcuni cambiamenti nel protocollo.

«Abbiamo chiesto alla politica, del resto il nostro interlocutore è il Governo, di essere sullo stesso livello di tutti gli altri settori sociali e economici del paese. Al Dipartimento dello Sport, al ministro Spadafora abbiamo chiesto di intercedere presso il ministro Speranza per avere dal CTS due risposte, nel rispetto delle condizione sanitarie. La prima: l’Italia è l’unico paese in Europa con tamponi ogni 4 giorni a cui viene sottoposto tutto il gruppo squadra. Siamo sottoposti a questa forma invasiva che compromette anche le nostre mucose. Indispensabile a nostro avviso allungare i tempi. Contrariamente a quanto ho letto, non abbiamo avuto ancora risposte dal CTS. Siamo in attesa. Sono fiducioso su una risposta positiva».

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juve: le ultime sulle trattative bianconere

Condividi