Connettiti con noi

Hanno Detto

Gravina: «Chi è in Superlega non parteciperà alle nostre competizioni»

Pubblicato

su

Gravina ha annunciato che è stata varata la norma anti Superlega riguardante i club di Serie. Le dichiarazioni del presidente Figc

Il presidente della Figc Gabriele Gravina è intervenuto in conferenza stampa al termine del Consiglio Federale a proposito della norma anti Superlega. Queste le dichiarazioni riprese da Calcionews 24.

ESCLUSIONE COMPETIZIONI NAZIONALI – «Chi ritiene di dover partecipare a una competizione non autorizzata da Figc, Uefa e Fifa, perde l’affiliazione. Al momento non abbiamo notizie di chi è rimasto e chi è uscito. Questa norma si riferisce alle licenze nazionali. È evidente che se al 28 giugno, data di scadenza delle domande di iscrizione, qualcuno dovesse voler partecipare a competizioni di natura privatistica, non prenderà parte al nostro campionato. Chi ha interpretato la Super League come un atto di debolezza da parte di alcune società che vivono un momento di difficoltà economica e insurrezione nel sistema calcio, sbaglia. Sicuramente, è un tema delicato da approfondire».

RIFORMA CALCIO – «La riforma deve essere definita nel primo step e avviata all’inizio della stagione 2021-2022. Non si può perdere altro tempo, deve essere approvato il prima possibile».

LINEA DURA UEFA – «Nell’ultimo Comitato Esecutivo è stato ribadito che chi è uscito dalla Superlega può dirsi tranquillo, chi invece continua a dimostrarsi intransigente molto probabilmente incorrerà in sanzioni da parte della Uefa, tipo esclusioni dalle competizioni internazionali».