Guarino: «Vittoria da brividi, scudetto più vicino» – VIDEO

Rita Guarino, allenatrice della Juventus Women, ha parlato al termine della sfida Scudetto dello Stadium tra bianconere e Fiorentina

Rita Guarino, allenatrice della Juventus Women, ha parlato ai microfoni di Sky al termine della sfida Scudetto dell’Allianz Stadium tra bianconere e Fiorentina.

VITTORIA – «Per noi era una partita fondamentale per portarci ad un passo dal secondo titolo. L’errore difensivo ha inciso e noi ne abbiamo approfittato. Avevo chiesto ai centrocampisti di inserirsi perché poteva crearsi l’occasione giusta. Segnare qui è un cosa incredibile, da brividi».

CRESCITA – «Sensazioni bellissime oggi, un grande momento di riscatto per il calcio femminile. Per chi come me e le mie colleghe da anni lottano per far conoscere il movimento è liberatorio».

SCUDETTO – «Sicuramente più vicino, ma mancano ancora tre partite. Gestiamo bene le risorse energetiche. Non sarà facile ritrovare l’attenzione, non scivolano».

Il coach della Juventus Women, poi, è intervenuta ai microfoni di Juventus TV. Di seguito riportate le sue parole.

L’EVENTO ALLO STADIUM – «Evento fantastico. Quando è iniziata la partita pensavo di essere dentro un film. Per noi è stato un palcoscenico incredibile, emozionante e ha reso dignità al popolo femminile che gioca calcio, che ci crede e che lavora con passione e disciplina anche dietro le quinte».

RIFLESSIONI SUL MOVIMENTO FEMMINILE – «Oggi è un punto di partenza. Bisogna adesso guardare avanti e avere la possibilità di poter edificare finalmente tutto questo. Si possono aprire gli stadi per queste partite e questi grandi eventi focalizza l’attenzione delle persone».

L’UNIONE E IL PATHOS IN TRIBUNA – «Il calcio femminile è questo. Può insegnare molto a livello sociale ed è uno sport che raccoglie tutto il buono che c’è: fratellanza nelle persone, condividere la medesima passione. Tutto ciò ti porta a condividere gli eventi con lo stesso pathos, tutti siamo dalla stessa parte».

LA PARTITA – «Le ragazze hanno saputo superare la loro emozione. A tratti siamo riuscite a far vedere il buon gioco, ma ci sta perché non era questa la partita da giocare con fluidità. Le ragazze sono state brave a mantenere i nervi saldi e non farsi sopraffare dall’emozione».

IL GOL DI PEDERSEN – «Bravissima la Pedersen a credere in quel pallone, e ad approfittare dell’errore del portiere. Brava tutta la squadra per crederci e sviluppare quell’azione».

IL SALUTO FINALE CON SALVAI – «Questo è fantastico. Cecilia è una colonna portante di questa squadra e le compagne nn potevano salutare i tifosi senza di lei».

LA SFIDA COL SASSUOLO – «Col Sassuolo sarà dura perché dovremo recuperare tutte le energie. Ci aspetta una partita complicata».