Higuain nella storia: raggiunti Del Piero e Trezeguet

higuain
© foto Massimo Pinca

Gonzalo Higuain con i tre gol in due partite fra Montecarlo e derby è diventato il terzo migliore marcatore in una singola stagione nella storia della Juventus

I record sono fatti per essere abbattuti e se l’anno scorso Gonzalo Higuain aveva riscritto la storia migliorando, dopo 70 anni, il primato di Nordhal di 35 gol in un singolo campionato ora è pronto a fare altrettanto. Al Pipita mancano 5 gol per diventare il giocatore più prolifico della Juventus in una singola stagione. Non una mission impossible considerando che mancano ancora tre partite in Serie A, la finale di Coppa Italia, e almeno ancora una- per essere scaramantici- partita di Champions.

COME ALEX E DAVID – Con il gol del pareggio contro il Toro Gonzalo ha infatti raggiunto quota 32 gol stagionali, un record assoluto, considerando che si tratta della sua prima stagione in bianconero. Lo stesso numero di reti raggiunti da Del Piero nel 97/98 e da Trezeguet nel 2001/02. I primi due della graduatoria sono relativi all’epoca ante-guerra. Felice Borel fece 37 gol nel 33/34 e ancora prima Ferenc Hirzer ne siglò 35 nel 25/26. Stiamo parlando della preistoria del calcio, ma il professor Higuain ci ha già fatto capire di essere bravo a riscrivere la storia.

Top marcatori Juve in una singola stagione: la classifica

1. Felice Borel: 37 gol, 1933/34 (32 in serie A, 5 in Coppa Europa Centrale)
2. Ferenc Hirzer: 35 gol, 1925/26 (35 in Campionato Prima Divisione)
3. Alessandro del Piero: 32 gol, 1997/98 (21 in Serie A, 1 in Coppa italia, 10 in UEFA Champions League)
3. David Trezeguet: 32 gol, 2001/02 (24 in Serie A, 8 in UEFA Champions League)
3. Gonzalo Higuaín: 32 gol, 2016/17 (24 in serie A, 3 in Coppa italia, 5 in UEFA Champions League)
4. Omar Sivori: 31 gol, 1957/58 (22 in Serie A, 9 in Coppa italia)
4. Omar Sivori: 31 gol, 1959/60: (28 in Serie A, 3 in Coppa Italia)

(Fonte: Uefa.com)

Articolo precedente
Massimo Carrera, il suo Spartak Mosca è campione di Russia
Prossimo articolo
alex sandroAlex Sandro rivela: «Sono più forte, ecco grazie a chi»